Sei Nazioni: Italia, con l'Irlanda per il riscatto

Rugby

di Andrea Gardina

©Getty

Scattato il raduno del primo gruppo di giocatori in vista del match del 27 febbraio contro l'Irlanda. A questi si aggregheranno i giocatori impegnati con i club nel fine settimana. Si rivedono Giammarioli, Lucchin e Ratuva Tavuyara. Indisponibili Fuser, Menoncello e Negri che ha ringraziato l'inglese Genge per un gesto "salvavita"

Si inizia a pensare all’Irlanda in casa Italia con il commissario tecnico Kieran Crowley che ha annunciato la lista dei prossimi convocati che si ritrovano a Roma. Esclusi dalla lista, rispetto alle prime due partite con Francia e Inghilterra, gli infortunati Fuser, Menoncello e Negri.

Ringraziamenti per il gesto salvavita

approfondimento

6 Nazioni, i numeri delle prime due giornate

Proprio il terza linea azzurro del Benetton Treviso ha voluto pubblicamente ringraziare dal suo profilo Twitter il pilone inlgese Ellis Genge per il bel gesto di domenica scorsa che potrebbe potenzialmente avergli salvato la vita. Al 54’ durante la sfida di domenica scorsa all’Olimpico tra Italia e Inghilterra, Negri è rimasto coinvolto in un durissimo scontro con il seconda linea Isiekwe, crollando a terra privo di conoscenza. Resosi immediatamente conto dell’accaduto il collega albionico è prontamente intervenuto con una manovra di primo soccorso spostando la testa del flanker azzurro per consentirgli di respirare. “Sentivo che faceva uno strano rumore – ha detto al Daily Telegraph Genge -. Ho temuto si stesse soffocando con la lingua e allora l’ho girato sul fianco e indicato ai medici di intervenire subito”. Negri ha poi abbandonato il campo in barella e non ricorda molto dell’accaduto ma si sta riprendendo, dimesso dal Policlinico Gemelli dove era stato ricoverato per gli accertamenti del caso, è già rientrato a casa in Veneto. “Grazie per quanto hai fatto Ellis Genge, sei un grande uomo” le sue parole affidate ai social, per l’ennesimo caso che intanto pone sempre più l’attenzione nel mondo del rugby sul fenomeno delle concussion e dei traumi cranici.

Le scelte di Crowley

approfondimento

Sei Nazioni, quello 0 che fa male all'Italia

Per quanto concerne i convocati, invece, si rivedono in gruppo il terza linea delle Zebre Renato Giammarioli, e il trequarti del Benetton Treviso Ratuva Tavuyara, figiano che ha esordito con gli Azzurri il 20 novembre a Parma contro l’Uruguay. Rientra anche il centro delle Zebre Enrico Lucchin, che aveva svolto con il gruppo la prima parte della preparazione al Sei Nazioni 2022. Diversi elementi resteranno con il club fino al fine settimana quando poi raggiungeranno Roma per il raduno, vale a dire Bruno, Capuozzo, Ceccarelli, Garbisi, Giammarioli, Lucchin, Mori, Nicotera, Ratuva Tavuyara, Sisi, Zambonin e Zuliani.

I convocati

AVANTI: Pietro Ceccarelli, Danilo Fischetti, Ivan Nemer, Tiziano Pasquali, Cherif Traoré, Giosuè Zilocchi, Hame Faiva, Gianmarco Lucchesi, Giacomo Nicotera, Niccolò Cannone, Federico Ruzza, David Sisi, Andrea Zambonin, Renato Giammarioli, Toa Halafihi, Michele Lamaro, Giovanni Pettinelli, Braam Steyn, Manuel Zuliani.

TREQUARTI: Callum Braley, Alessandro Fusco, Stephen Varney, Paolo Garbisi, Leonardo Marin, Juan Ignacio Brex, Enrico Lucchin, Marco Zanon, Pierre Bruno, Ange Capuozzo, Monty Ioane, Federico Mori, Edoardo Padovani, Ratuva Tavuyara.

23 irlandesi per un mini camp

Mini camp di due giorni di raduno in attesa di ritrovarsi poi ufficialmente la settimana prossima anche per 23 giocatori irlandesi, mentre 14 sono stati rilasciati ai club per giocare nello United Rugby Championship nel weekend. I giocatori rilasciati sono: Jack Carty e Dave Heffernan del Connacht, Ryan Baird, Cian Healy e Jordan Larmour del Leinster, Craig Casey, Gavin Coombes e Dave Kilcoyne per il Munster, Robert Baloucoune, James Hume, Michael Lowry, Tom O’Toole, Nick Timoney e Kieran Treadwell dell’Ulster. Nei ventitre chiamati si rivede il tallonatore di Ulster Rob Herring, che aveva saltato le prime due sfide con Galles e Francia, mentre saranno tenuti ancora sotto osservazione Ronan Kelleher (problemi ad una spalla) e Jonathan Sexton, alle prese con un fastidio al tendine.

I 23 convocati: Bundee Aki, Finlay Bealham, Tadhg Beirne, Joey Carbery, Jack Conan, Andrew Conway, Caelan Doris, Tadhg Furlong, Jamison Gibson-Park, Mack Hansen, Iain Henderson, Robbie Henshaw, Rob Herring, Hugo Keenan, Ronan Kelleher, Conor Murray, Peter O’Mahony, Andrew Porter, Garry Ringrose, James Ryan, Jonathan Sexton, Dan Sheehan, Josh van der Flier.