Coronavirus in MLB, 17 giocatori dei Miami Marlins positivi

Sport USA
Danilo Freri

Danilo Freri

©Getty

17 positvi fra giocatori e staff, la squadra di  Miami fermata fino a domenica. Coinvolte anche altre squadre della MLB. Il problema dei viaggi e dell'assenza di una "bolla", come accade per il basket NBA

CORONAVIRUS LIVE, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Il conteggio dei positivi tra giocatori e staff dei Miami Marlins arriva a quota 17 e l’MLB prende atto che c’è una squadra che non può competere in queste condizioni. Tutte le partite dei Marlins fino a domenica sono rinviate. Nella speranza che una settimana sia sufficiente per riorganizzarsi, far rientrare alcuni giocatori o trovare dei sostituti. Cambia di conseguenza anche il calendario di altre quattro squadre: NY Yankees, Baltimora, Philadelphia e Washington.

Stagione ridotta ancora?

Guida tv

Baseball, MLB: due partite in diretta su Sky

Quando Miami riprenderà, dovrà giocare 57 partite in 56 giorni, molte recuperabili in giornate dove si potranno organizzare due partite consecutive, ma il rischio che non giochi una stagione completa da 60 partite c’è. Così come ci potrebbe essere per le altre quattro squadre che non hanno giocato in questi giorni. Baltimora e Yankees giocheranno due partite questa settimana per non rimanere troppo indietro. La sfida della ripartenza MLB diventa ora più grande. Nel baseball non c’è una bolla in cui si possono rinchiudere tutti, le continue trasferte sono un fattore di rischio. Il commissioner Bob Manfred rimane convinto che la stagione possa continuare e richiama l’osservanza dei protocolli. Le regole servono a questo, a prevenire e affrontare i casi di positività. In tutta la lega sono finora un centinaio, ma rappresentano lo 0,3% dei controlli effettuati. In questi termini, secondo Manfred la situazione è preoccupante ma non è un disastro. Questa stagione sarà una dura prova fisica e mentale per tutti. La chiave è la capacità di adeguarsi

"Pronti a tutto"

Lo fa capire molto bene Aaron Boone, il manager (che è l’allenatore del baseball) dei New York Yankees. Le due partite previste a Philadelphia sono state rinviate e per non sprecare giorni sono state organizzate due gare mercoledì e giovedì contro Baltimora. “Dobbiamo sempre essere preparati ad affrontare le vversità. Sappiamo che arriveranno in questo 2020 ed è qualcosa che non abbiamo mai sperimentato prima” - dice Boone -. Ci saranno dei momenti critici. Se vogliamo aver successo in questa stagione sul campo da baseball dobbiamo essere in grado di affrontare le palle più difficili che il destino ci lancerà ogni giorno e ogni settimana”.

Attenzione rinforzata sui protocolli

Fuori dal campo ma anche in campo. Vedi la rissa sfiorata tra Astros e Dodgers, partita della rivincita delle World Series del 2017 che i Dodgers hanno vinto per 5 a 2. Meglio evitare, così come sarebbe meglio evitare qualche esultanza non troppo distanziata. Sui campi in ogni caso, sono partite vere, i giocatori sono coinvolti. l baseball regala momenti esaltanti, lo spettacolo non manca. Alla fine l’antidoto per i dubbi e l’incertezza del momento è proprio il gioco stesso.

SPORT USA: SCELTI PER TE