Tennis, Australian Open 2018: Ostapenko troppo forte per Schiavone. Fuori Venus Williams!

Tennis
schiavone_getty

L'azzurra non può nulla contro Jelena Ostapenko, che le lascia appena cinque giochi. Belinda Bencic compie l'impresa di giornata eliminando Venus Williams, out al primo turno anche Stephens e Vandeweghe. Bene Svitolina e Wozniacki

AUSTRALIAN OPEN, RISULTATI E TABELLONE

AUSTRALIAN OPEN, I RISULTATI DEL TABELLONE MASCHILE

GUIDA TV, GLI AUSTRALIAN OPEN SU EUROSPORT

Non basta l'orgoglio a Francesca Schiavone nella giornata inaugurale degli Australian Open femminili, primo Slam del 2018, al via sui campi in cemento di Melbourne. La 37enne milanese, alla 69^ partecipazione ad un Major, ha ceduto 6-1, 6-4 in un'ora e 14' alla lettone Jelena Ostapenko, 20 anni e numero 7 WTA. Nella sfida tra regine del Roland Garros (Schiavone nel 2010, Ostapenko lo scorso anno) si è imposta come da pronostico la più giovane. Il primo set è volato via in meno di mezz'ora, mentre c'è stata decisamente più lotta nel secondo, in cui Schiavone (scesa in campo con una fascia protettiva per la schiena) è scappata sul 4-1, ma ha poi subito la rimonta della rivale che ha infilato cinque game consecutivi che hanno chiuso il match. Francesca, numero 96 del ranking mondiale e al suo 17° Australian Open (miglior risultato i quarti di finale raggiunti nel 2011 quando fu fermata in tre set dalla danese Caroline Wozniacki) non ha certo intenzione di mollare: "Ho scelto di vivere un nuovo anno di tennis senza fissarmi limiti o scadenze - ha detto la milanese, come riportato dal sito della Federtennis -. Voglio godermi i tornei che ho davanti e competere perché mi piace, ho l'energia necessaria per farlo".

Impresa Bencic: eliminata Venus Williams

La Hopman Cup vinta a fianco di Roger Federer ha fatto davvero bene a Belinda Bencic, che piazza il colpaccio ed elimina al primo turno di Melbourne Venus Williams, finalista lo scorso anno, testa di serie numero 5 del tabellone e tra le favorite per la vittoria finale. La svizzera ha chiuso con i parziali di 6-3, 7-5, tornando al secondo turno per la prima volta dal 2016 e dando una gioia anche a due ospiti d'eccezione nel suo box, i genitori di Roger Federer. Prosegue la crisi della campionessa in carica degli US Open, Sloane Stephens (13^ testa di serie), che si è fatta rimontare 3-6, 7-6, 6-2 dalla cinese Shuai Zhang, numero 36 WTA. Gli Stati Uniti perdono anche altre due protagoniste attese, Coco Vandeweghe (10^ testa di serie del tabellone), sconfitta 7-6, 6-2 dall'ungherese Babos e CiCi Bellis. Niente da fare anche per le russe Cibulkova (24, battuta con un doppio 6-2 dall'estone Kanepi) e Makarova (31 e due volte semifinalista a Melbourne, che ha ceduto 8-6 al quinto alla romena Begu). Passano il turno la francese Cornet (6-4, 6-2 sulla Wang), la tedesca Georges (doppio 6-4 su Sofia Kenin) e la 15enne Marta Kostyuk, che ha estromesso la cinese Shuai Peng, 25^ testa di serie del tabellone, con un doppio 6-2. Nessun problema per Elina Svitolina (quarta testa di serie, 6-3, 6-2 sulla serba Jorovic) e per Caroline Wozniacki (2), che ha lasciato appena 5 games alla romena Buzarnescu. Esce di scena l'idola di casa, Samanta Stosur, battuta in tre set dalla portoricana Puig dopo due ore e 20' di battaglia. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.