Internazionali di Roma, Musetti batte Wawrinka 6-0, 7-6 e vola al 2° turno

roma

Lorenzo Musetti diventa il più giovane vincitore di una partita in un 1000, battendo Stan Wawrinka (17 del ranking) 6-0, 7-6 e conquistando il 2° turno degli Internazionali d'Italia. "E' il giorno più bello della mia vita", ha detto il classe 2002 a Sky Sport al termine dello storico match

VIDEO. GUARDA GLI HIGHLIGHTSROMA, OTTO ITALIANI AL 2° TURNO

Impresa di Lorenzo Musetti, che all'esordio in un main draw di un Masters 1000 si qualifica al 2° turno di Roma, prendendosi lo scalpo di un tre volte vincitore di uno Slam. Il 18enne di Carrara, n.249 ATP promosso dalle qualificazioni, ha dominato lo svizzero Stan Wawrinka (17 del ranking, finalista al Foro nel 2008), battuto 6-0, 7-6. Partenza pazzesca di Musetti: tre break consecutivi  portano a un clamoroso bagel in 23' per il primo classe 2002 a giocare in un Masters 1000. Wawrinka (1 vincente e 11 errori nel 1° set) ci mette del suo, perdendo anche la battuta nel turno iniziale del secondo parziale. Stan ha un reazione d'orgoglio e si rimette in carreggiata con il break del 3-3, ma l'azzurrino dimostra personalità e lo trascina al tie-break: qui la spunta Musetti, che al 2° match ATP della carriera, scrive già una pagina importante di storia. L'azzurro, che entrerà nei primi 200 del mondo, sfiderà ora il giapponese Kei Nishikori (35 del ranking). 

Musetti: "E' il giorno più bello della mia vita"

"Non c'è stata partita fino all'inizio del secondo set, credo non se lo aspettasse - ha spiegato Musetti a Sky Sport -. Mi sono sentito molto forte fin dal pomeriggio, sono stato bravo a non andare fuori giri quando ha cominciato a giocare il suo tennis. Tante volte ho pensato che stavo vincendo con Wawrinka, poi ho perso il break. Avevo tutto per non farcela, ma sono rimasto concentrato e ce l'ho fatta. Per questo sono felice, perché stiamo lavorando tanto dal punto di vista mentale. E' il giorno più bello della mia vita, vincere per la prima volta a Roma è straordinario. Mi spiace non ci sia il pubblico, non ho parole. Comincio subito a pensare a Nishikori, è un avversario molto tosto e in forma. Non ho paura, sto giocando bene". 

Lorenzo Musetti, vittorie e carriera

Dopo aver vinto tutto quello che c’era da vincere sia a livello individuale che con la maglia della nazionale a livello di under 12 e under 14, Lorenzo ha praticamente saltato gli under 16, a parte la parentesi con la nazionale per disputare onorevolmente Winter Cup e Summer Cup, e nelle sue apparizioni nel circuito ITF Junior under 18 ha una percentuale di match vinti straordinaria. Nel 2018 si è aggiudicato il Trofeo Città di Firenze e il Trofeo Bayer internazionale under 18 di Salsomaggiore, entrambi Grade 2, e il Grade 1 “Allianz Kundler German Juniors" di Berlino, raggiungendo i quarti di finale a Wimbledon e la finale agli US Open. Il 2019, invece, non poteva aprirsi nel migliore dei modi, con lo storico trionfo agli Australian Open, primo italiano a riuscirci. In questo 2020, al secondo tentativo ATP, dopo il ko al 1° turno al Challenger di Cordenons, Musetti fa la storia e lo fa a Roma, nel Masters di casa. Il futuro del tennis italiano è sicuramente in buone mani. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche