Caricamento in corso...
26 febbraio 2017

Mondiali fondo, Pellegrino-Noeckler d’argento

print-icon
pel

Dalla team sprint la seconda medaglia per l’Italia ai Mondiali di Lathi. L’oro alla Russia, bronzo per la Finlandia. Fuori dal podio i favoriti norvegesi

Dietmar Noeckler e Federico Pellegrino hanno conquistato la medaglia d’argento nella team sprint a tecnica classica di Lahti. Rispetto all’epilogo della sprint che ha aperto il Mondiale, stavolta è Ustiugov a piazzare la rimonta decisiva, prendendosi la rivincita sull’azzurro. Determinante una caduta nel finale che ha convolto Niskanen e Iversen. La Finlandia riesce comunque a salire sul gradino più basso del podio, in norvegesi invece rimangono a bocca asciutta nonostante la straripante condizione di Johannes Hoesflot Klaebo. Per l’Italia un piccolo passo avanti rispetto a Falun 2015, quando era arrivato un bronzo.

Gran gara, quella del valdostano e dell'altoatesino, che tengono la zona medaglie sin dal primo giro. Nel finale, Pellegrino si trova in terza posizione dietro a Norvegia e Finlandia, e davanti alla Russia del minaccioso Ustiugov. Ma proprio nelle ultime battute c'è il colpo di scena: cade la Norvegia e la Finlandia la centra perdendo terreno. Ustiugov approfitta della situazione e balza in testa per tagliare il traguardo in oro. Alle sue spalle l'argento dell'Italia, poi Finlandia e Norvegia lottano fino all'ultimo centimetro per il podio e solo dopo mezz'ora di consultazioni la giuria assegna il bronzo ai finlandesi.

Pellegrino: "Ce la siamo giocata bene, poi anche un po' di fortuna" - "Sapevo che era una gara in cui potevamo giocarci una medaglia - ha detto Pellegrino - ma in tecnica classica fatico un po' di più. Dopo la medaglia d'oro ho faticato a dormire. Poi mi sono rigenerato, grazie allo staff di casa Italia. Penso che ce la siamo giocata bene. Alla fine eravamo in quattro a giocarci tre medaglie. Le gambe di Norvegia e Finlandia hanno un po' ceduto nel finale. Anche io mi sono dovuto rialzare, ma il russo ormai era andato. In una carriera fortuna e sfortuna si bilanciano: tante volte sono stato sfortunato, oggi un po' di fortuna è toccata anche a me".

Noeckler: "Obiettivo Olimpiadi" - "Sono davvero molto contento - le parole di Noeckler - penso che entrambi abbiamo fatto un'ottima gara. Cercavamo questo podio con tutte le nostre forze. Avevamo materiali velocissimi e bisogna fare grandi complimenti agli skimen. Dopo il bronzo di Falun questo è un ottimo risultato e ora l'obiettivo va alla gara delle Olimpiadi". 

10° posto per le donne – La Norvegia si consola col terzo oro consecutivo in campo femminile. 10° posto per la coppia azzurra: Ilaria Debertolis e Lucia Scardoni.

Tutti i siti Sky