Caricamento in corso...
12 marzo 2017

Samp, Schick&Muriel, gioielli tra campo e mercato

print-icon
Luis Muriel e Patrick Schick - Sampdoria

Luis Muriel e Patrick Schick, gioielli della Sampdoria di Giampaolo (Lapresse)

Grandi protagonisti di stagione, i blucecerchiati si godono i loro gioielli più importanti: il colombiano da un lato, l'ex Sparta Praga dall'altro. Giampaolo: "Muriel? Non credo resti". La strategia è quella di vendere uno dei due

La Samp c'est Schick e l'abbiamo capito già da un po'. Entra e segna spesso, oppure si rende pericolo come contro il Genoa, nel derby vinto dalla Samp per 1-0. Lui come Luis Muriel, protagonista quest'anno di una grande stagione: 12 gol complessivi in 30 presenze. Anche se il prossimo anno non resterà alla Sampdoria, parola di Giampaolo: "Luis è un giocatore che probabilmente verrà cercato e ce lo porteranno via, spero che rimanga ma non mi fido di queste situazioni. Nemmeno ci spero, se continua così probabilmente va via". Trattative? Per ora nessuna, i blucerchiati non hanno niente in ballo e vorrebbero che altri club pagassero la clausola di 28 milioni. Inoltre, se non dovessero riuscire a vendere il colombiano, allora potrebbero cedere Patrick Schick, altro protagonista di stagione (9 reti per lui). In sintesi: la strategia della Samp è chiara, ovvero quella di vendere uno dei suoi gioielli che ora si gode. Protagonisti sì, talenti pregiati a disposizione della Samp. Ma l'intenzione è quella di fare cassa- Queste le parole di Antonio Romei, braccio destro di Ferrero, a proposito del rinnovo di Luis Muriel: " Stiamo parlando riguardo il suo futuro. Quanto costa? Tanto, più degli altri"

Muriel: "Posso solo dire grazie a Giampaolo" - Pratagonisti ne abbiamo? Nel derby solo uno: Luis Muriel. Gol decisivo e vittoria importante per Giampaolo, queste le parole dell'attaccante colombiano su Sky Sport: "Sono molto contento della vittoria e di aver riscritto la storia dopo 60 anni. Siamo riusciti a fare bene e sono molto felice così come tutta la squadra. E’ stato un derby poco spettacolare ma l’importante era vincere; partita tosta, il Genoa ha deciso di fare una gara difensiva e noi abbiamo giocato poco. Volevamo i tre punti e ci siamo riusciti. Mi sono passati anche i crampi per la gioia, bello fare festa con i tifosi e addirittura adesso potrei giocare un’altra partita. Giampaolo? Posso solo dirgli grazie, per quello che mi dà, mi ha dato e continuerà a darmi. Spero di restare qui, non posso pensare di andare via di qui e lasciare questa piazza. Sono davvero contento in questa squadra. Ora torno a festeggiare!".

Le parole di Ausilio - Dei due gioielli della Sampdoria ha parlato anche il direttore sportivo dell’Inter Piero Ausilio, queste le parole del dirigente nerazzurro: "Interesse per Muriel e Schick? Ogni  volta che un giocatore fa bene dicono che lo prende l'Inter. Questa  settimana ne abbiamo comprati almeno dieci, ma in realtà non è così.  Poi un'altra cosa è dire che c'è stima verso alcuni giocatori e  sicuramente Muriel e Schick sono due profili importanti del  campionato. Non so se hanno delle clausole ma con Ferrero le clausole  contano poco. Niente Argentina per Icardi? Non so perché non trova spazio in  Nazionale ma meglio così, si riposa. La considerazione che noi abbiamo di Icardi è enorme, è il nostro capitano e ce lo teniamo stretto", ha concluso Ausilio.

IL TABELLONE DEL CALCIOMERCATO

IL PUNTO DI GIANLUCA DI MARZIO

TUTTI I VIDEO DEL MERCATO

Tutti i siti Sky