Caricamento in corso...
07 febbraio 2017

Tradisce gli All Blacks, rischia 1 anno di carcere

print-icon

Adrian Gard, addetto alla sicurezza degli All Blacks, lo scorso agosto avrebbe piazzato una cimice nella sala riunione dei neozelandesi alla vigilia del match contro l'Australia. Rischia fino a 12 mesi di carcere

di Moreno Molla

Sarebbe un addetto alla sicurezza degli All Blacks l'uomo che ha piazzato lo scorso agosto una cimice nella sala riunione dei neozelandesi alla vigilia del match contro l'Australia. Sette mesi dopo quei fatti, la polizia australiana avrebbe individuato in Adrian Gard, 51enne direttore della Bodyguards International di Brisbane, il colpevole.
Mister Gard è accusato di intralcio alle indagini, dovrà comparire davanti alla giustizia australiana il prossimo 21 marzo e rischia fino a 12 mesi di carcere.

Insomma, sarebbe stato l'uomo che doveva proteggere gli All Blacks ad aver tentato di spiarli. Un uomo che in passato aveva protetto Bill Clinton o Tiger Woods. Un uomo a cui gli stessi All Blacks si erano affidati negli ultimi 10 anni ogni qualvolta andavano in Australia? Ma perché? Non ci sono ancora risposte.

Il Ct neozelandese, Steve Hansen, si dice sorpreso dalla notizia. "Bizzarro. Era un uomo degno del nostro rispetto". La federazione australiana ha subito sottolineato, soddisfatta, la propria totale estraneità ai fatti. Evidenziando però, al tempo stesso, come gli All Blacks fossero stati poco sportivi nel segnalare l'accaduto alle autorità solo a ridosso del match contro i Wallabies, poi stravinto 42-8 dalla Nuova Zelanda, invece di farlo subito, ovvero il lunedì precedente al sabato, giorno della sfida. Fine della spy story? Forse. Quel che è certo è che la tensione fra i cugini australiani e neozelandesi, dentro e fuori il campo da rugby, sia su preoccupanti livelli di guardia. La Bledisloe Cup, dal 1932 messa in palio annualmente fra queste due squadre, diventa uno spy movie. Sequel di un'altra brutta storia. Quella dei piani di gioco rubati da una foto poi divulgata a mezzo stampa nel 2010. La prima visione, sugli schermi SKY, il 19 agosto prossimo, a Sydney.

Tutti i siti Sky