Caricamento in corso...
28 aprile 2017

Francia, rugbista viene espulso e dà un pugno all'arbitro

print-icon

Protagonista un giocatore del Saint-Esteve che ora rischia la squalifica a vita dopo aver mandato il direttore di gara in ospedale. Il presidente del club Christian Cozza: "Era stato già squalificato in precedenza per 4 giornate e io non volevo che giocasse"

I campi di gioco francesi sono nuovamente teatro di scontri e violenza. Questa volta in mezzo ci finisce il rugby e con l'esattezza un match di Coppa Juniors tra Saint-Esteve e Tolosa, dove un giocatore dei padroni di casa ha steso l'arbitro con un pugno. Il motivo? Una semplice espulsione. Da lì in poi si è scatenata ovviamente una rissa che ha coinvolto anche gli altri giocatori in campo. Il match è stato sospeso dopo 25 minuti e il direttore di gara, Benjamin Casty, è stato trasportato in ospedale: per fortuna non ha riportato fratture alla mascella, come sospettato inizialmente. Il presidente della Federazione francese, Marc Palanques, ha definito il gesto come inqualificabile e si augura che la Commissione Disciplinare si dimostri intransigente nella sua valutazione. Il rugbista, non ancora identificato, dovrebbe essere squalificato a vita, mentre il patron del Saint-Esteve, Christian Cozza, dovrebbe essere dimesso: "Era stato già squalificato per 4 giornate in precedenza - ha dichiarato -, e io non volevo neanche che giocasse".

Tutti i siti Sky