Caricamento in corso...
13 marzo 2017

Indian Wells, impresa di Fognini contro Tsonga

print-icon

L’italiano ha battuto il numero 8 del mondo in tre set nel secondo turno del torneo, mostrando grande continuità atletica e mentale. Vittorie anche per Thiem e Goffin, fuori Karlovic. Dalle 19.00 la diretta della 4^ giornata su Sky Sport 2 e Sky Sport 3

di Stefano Olivari

Grandissima impresa di Fabio Fognini, che nel secondo turno di Indian Wells ha battuto 7-6 3-6 6-4 il numero 8 del mondo Jo-Wilfried Tsonga al termine di una partita combattutissima e dai due volti: legata ai servizi e molto schematica nella prima parte, piena di break e di soluzioni estemporanee la seconda. Questa può essere la svolta della stagione dell’italiano, attualmente numero 43 ATP, che al terzo turno incontrerà il vincitore di Cuevas-Klizan e può sognare un incrocio con Goffin agli ottavi. Impresa nell’impresa è quella di avere battuto un top ten, cosa che non gli accadeva dagli U.S. Open di due anni fa (era Nadal).

Il primo set è stato di solidità impressionante da parte sia di Tsonga sia di Fognini ed il punteggio ha rispettato i turni di battuta fino al tie break, con l’italiano a tenere i suoi game con maggiore facilità. Sul 5-6 Fabio ha però concesso la prima palla break e c’erano tutti i presupposti perché la partita girasse a favore del giocatore più abituato a questo tipo di situazioni ad alto livello, ma Fognini l’ha annullata con un gran diritto. Grandissima tensione nel tie break, servizi sempre tenuti fino al 4 pari, quando un nastro colpito con una risposta di pura opposizione ha detto bene a Fognini. Che ha poi conquistato il punto più bello del set con un passante di rovescio in allungo e un errore del francese, che stava giocando sui suoi standard ma stava iniziando a innervosirsi per l’imprevista prova di Fognini.

Nel secondo set Tsonga ha provato subito a regire, facendo il break al terzo game, ma Fognini ha continuato a fare partita pari guadagnandosi diverse palle break e in generale costringendo Tsonga a inventarsi sempre qualcosa in più del suo schemone servizio-diritto. Comunque il francese attaccandosi al servizio è riuscito a portarsi a casa il 6-4 e a giocarsela in un terzo set davvero imprevisto e che ha avuto un andamento imprevedibile. Il caldo soffocante ha fatto calare fisicamente entrambi e i servizi tenuti sono diventati una eccezione. Non tutti i punti hanno un peso uguale ed il set è girato almeno due volte: prima quando Fognini si è portato sul 2-0, poi quando Tsonga ha avuto l’opportunità per andare sul 4-2. Nel finale il quasi trentenne azzurro ha semplicemente sbagliato di meno e al di là di qualche lancio di racchetta (meno del solito) ha mantenuto lucidità in ogni punto. Davvero un gran risultato, il lavoro con Franco Davin sta iniziando a pagare.

Nelle altre partite che si sono giocate nella serata (per l’Italia) di sabato il numero 9 del mondo Dominic Thiem ha disposto facilmente (6-2 6-4) di Chardy, mentre il 12 Goffin ha sofferto contro il giovane russo Kachanov vincendo 6-3 al terzo e Isner con due tie break ha eliminato Kukushkin. Il numero 21 Karlovic ha poi confermato il suo cattivo momento cedendo con il giapponese Nishioka (6-4 6-3).

Indian Wells, Fognini batte Tsonga

Tutti i siti Sky