Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
03 settembre 2008

Rafa continua la sua corsa, si ferma la Pennetta

print-icon
nad

Il dritto anomalo di Nadal ha fatto molto male anche a Mardy Fish

US OPEN. Nadal batte Fish e si assicura la leadership mondiale fino alla fine dell'anno. La Safina è troppo forte e piega l'azzurra agevolmente per 6-2, 6-3. Passano anche Murray e Serena che vince il derby con Venus

I tabelloni degli Us Open 

Sogno svanito - Niente da fare per Flavia Pennetta. Sul cemento di Flushing Meadows ($20,657,000 di montepremi) l`azzurra aveva illuso un po` tutti, entrando in pompa magna nei quarti di finale. Ma, sul piu` bello, la brindisina ha rimediato un ko bruciante contro Dinara Safina. La russa, spietata come sempre, ha vinto agilmente il primo set con un comodo 6-2, mentre nel secondo e` stata anche aiutata in occasione della palla break che ha poi segnato il match, concluso da un comunque netto 6-3. In semifinale la russa se la vedrà con Serena Williams che ha vinto il derby di famiglia con Venus con un duplice 7-6.

Maledizione Safina - A un passo dalla storia, la Pennetta proprio dalla storia e` stata condannata. Vincendo oggi, infatti, la brindisina sarebbe divenuta la prima azzurra a raggiungere una semifinale in un torneo dello Slam dopo Silvia Lazzarino (75 anni fa al Roland Garros). Invece, per la quinta volta in altrettanti scontri ha dovuto soccombere contro la russa. Flavia Pennetta si dovra` accontentare di una cosa sola. Essere stata l`undicesima italiana di sempre a entrare nei quarti di uno Slam.

Ciclone Rafa - Il britannico Andy Murray,  testa di serie n.6, si è qualificato per le semifinali degli Usa Open di tennis mettendo fine alla serie di 23 vittorie consecutive dell'argentino Juan Manuel Del Potro, n.17. Murray si è imposto in quattro set (7-6, 7-6, 4-6, 7-5 il  punteggio) e in quattro ore di gioco. In semifinale incontrerà  il numero 1 del mondo Rafael Nadal, n.1 che si è sbarazzato dell'americano Mardy Fish, in quattro set: 3-6, 6-1, 6-4, 6-2. Con questo successo il mancino di Manacor si è assicurato il primato nelle classifiche mondiali fino al termine dell’anno.