Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
02 febbraio 2009

Val d'Isere, via ai Mondiali di sci. Ecco tutti i favoriti

print-icon
fan

L'azzurra Fanchini aprirà, come portabandiera italiana, i Mondiali di sci. E domani punta alla medaglia

Dal 3 al 15 febbraio, in Francia, battaglia aperta tra i grandi protagonisti di Coppa del Mondo. Nadia Fanchini portabandiera azzurra e, domani, già in pista in un SuperG che può valere la prima medaglia. SCARICA TUTTO IL PROGRAMMA

SCARICA IL PROGRAMMA DEI MONDIALI (pdf)

Ci siamo. Prendono il via domani, martedì 3 febbraio, in Val d'Isere (Francia), i Campionati del mondo di sci alpino. La prima medaglia che verrà assegnata - dopo la cerimonia di inaugurazione, stasera alle 18.45, con Nadia Fanchini portabandiera per la squadra azzurra - sarà quella del supergigante donne, domani stesso. E sarà forse la prima grande occasione per l'Italia, proprio con la Fanchini, che, in Coppa del mondo, è al comando in questa disciplina, avendo ottenuto una vittoria e un terzo posto su tre gare disputate. Grande rivale può essere la svizzera Lara Gut, oltre alla svedese Anja Paerson, atleta capace di tutto ai Mondiali.

Nel supergigante uomini, mercoledì 4 febbraio alle 11, l'azzurro di punta è Werner Heel, con una vittoria all'attivo. Ma i rivali sono tanti, a partire dal leggendario Hermann Maier con l'aggiunta dello svizzero Didier Defago e del norvegese Aksel Svindal. Campione del mondo in carica è l'azzurro Patrick Staudacher: due anni fa, ad Aare (Svezia), la sua fu una splendida sorpresa. Da allora non si è però mai ripetuto in Coppa del mondo.

La terza medaglia che verrà assegnata, venerdì 6 febbraio, sarà quella della supercombinata donne. L'Italia ha pochissimo da dire in questa disciplina. L'unica azzurra di un certo valore, ma lontana dalle migliori è Daniela Merighetti. Le più quotate sono la svedese Paerson, l'austriaca Kathrin Zettel e  l'americana Lindsey Vonn.

Sabato 7 febbraio andrà in scena la discesa uomini, regina delle specialità alpine. L'Italia ha buone carte da giocare, soprattutto con Christof Innerhofer e Peter Fill. Ma i rivali saranno tantissimi: dall'austriaco Michael Walchhofer all'americano Bode Miller, dagli svizzeri Didier Defago e Didier Cuche al norvegese Aksel Svindal.

Nella discesa donne - domenica 8 febbraio - per l'Italia è ancora Nadia Fanchini la carta su cui puntare. Le avversarie sono capitanate dall'americana Vonn, dalla svizzera Dominique Gisin alla svedese Anja Paerson. Lunedì 9 febbraio tocca alla supercombinata uomini. Solo con un colpo di fortuna l'Italia può sperare di piazzare Peter Fill sul podio. I pretendenti sono una lunga sfilza: lo svizzero Carlo Janka, l'austriaco Benjamin Raich, il croato Ivica  Kostelic, il francese Jean-Baptiste Grange ed il solito Bode  Miller, se non farà follie nella prova di slalom speciale.

Nello slalom gigante donne, giovedì 12 febbraio, l'Italia ha due grandi carte da giocare con Manuela Moelgg (due secondi posti in stagione) e Denise Karbon, che l'anno scorso dominò le competizioni vincendo la Coppa di specialità. E' stata terza ai Mondiali di Aare 2007, ma soprattutto ha grinta da vendere: in Val d'Isere tirerà fuori le unghie. Rivali saranno soprattutto l'austriaca Kathrin Zettel, la finlandese Tanja Poutiainen e la slovena Tina Mazen.

Venerdì 13 febbraio, giornata da scaramantici, toccherà al gigante uomini e cioè la disciplina in cui, sulla carta l'Italia, ha più chance, soprattutto con Max Blardone e Manfred Moelgg. La pista Bellevarde è micidiale. A dicembre, in Coppa del mondo, Blardone arrivò secondo e Moelgg fece registrare il miglior tempo nella prima manche su un tracciato che mandò in difficoltà gran parte dei rivali più quotati. Tra questi ci sono sicuramente l'austriaco Benjamin Raich, l'americano Ted  Ligety, gli svizzeri Didier Cuche e Carlo Janka.

Sabato 14 febbraio sarà la volta dello slalom speciale donne. Regina della specialità e dominatrice della stagione è stata finora la tedesca Maria Riesch. Ma a medaglie puntano anche l'americana Lindsey Vonn, la finlandese Poutiainen, la svedese Paerson e le austriache con Kathrin Zettel in testa. L'Italia, assente da inizio stagione per infortunio la trentina Chiara Costazza, punta su Manuela Moelgg e Nicole Gius.

Domenica 15 febbraio i Mondiali saranno chiusi, come da tradizione, dallo slalom speciale uomini. Sarà battaglia  durissima. Gli azzurri hanno atleti da podio con Manfred Moelgg, Patrick Thaler, Giorgio Rocca e il giovane Giuliano Razzoli. Ma gli avversari saranno come sempre di primissima qualità. A partire dagli austriaci Reinfried Herbst, Manfred Pranger, Benjamin Raich e Marcel Hirscher. Poi ci saranno il padrone di casa Jean-Baptiste Grange oltre al croato Ivica Kostelic.