Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
19 marzo 2010

Sanremo -1: sabato una parata di Stelle verso la Riviera

print-icon
lan

Lance Armstrong dovrà saltare la Sanremo n° 101

Ai nastri di partenza 200 atleti di 25 team, il meglio del ciclismo mondiale, pronti a darsi battaglia sui 298 km della Classicissima d'apertura di stagione. Nelle 100 precedenti edizioni si sono registrati 50 successi italiani. IL VIDEO

COMMENTA NEL FORUM DI CICLISMO

Arriva la primavera e scatta l'appuntamento con la Milano-Sanremo. Ouverture della stagione delle grandi corse storiche e primo severo banco di prova per il gotha del ciclismo mondiale: tante, infatti, le stelle che si daranno battaglia, sabato, sui 298 chilometri che separano il cuore della metropoli lombarda dalla perla della riviera ligure. Nelle 100 precedenti edizioni si sono registrati 50 successi italiani (l’ultimo datato 2006, di Pozzato) e 50 stranieri; inevitabilmente quest’anno l’equilibrio sarà spezzato. Ai nastri di partenza 200 atleti di 25 team, il meglio del ciclismo mondiale, pronti a darsi battaglia.

Lance Armstrong però non prenderà parte alla Sanremo. A quanto si apprende, il ciclista texano ha dovuto dare forfait a causa di una gastroenterite. Le stelle - da Boonen a Petacchi, da Cavendish a Cancellara, da Bennati a Freire e Garzelli sino all'emergente Boasson Hagen  del Team SKY - pronte a battagliare su un percorso divenuto oramai leggendario con gli strappi del Passo del Turchino, le salite delle Manie - inserita nel 2008 - e della Cipressa, oltre al Poggio, vero e proprio trampolino per gli attacchi degli ultimi metri: spesso teatro di volate serrate ed epici testa a testa. Un'arena naturale, lunga quasi 300 chilometri, capace di esaltare le doti di velocisti e scattisti - anche se non si possono escludere a priori fughe solitarie - presenti in buon numero all'edizione 2010 della corsa. Sono diversi, infatti, i pretendenti al ruolo di vincitore.

A partire dal belga Boonen - già quarto nel 2006 e terzo nel 2007 - sostenuto dalla forza della sua Quick Step e da  Petacchi, uomo-jet come pochi altri, primo nel 2005 e dal vincitore della scorsa edizione, Cavendish britannico velocissimo capace di farsi ben rispettare nelle volate. Attesi a battagliare per le prime posizioni anche Pozzato, secondo nel 2008, lo spagnolo Freire, già vittorioso nel 2004 e nel 2007, lo svizzero Cancellara, primo nel 2008 e Daniele Bennati, apparso in buona forma alla Tirreno-Adriatico e affiancato, nella Liquigas-Doimo, da compagni del calibro di Nibali e Pellizzotti.

Proprio dalla Tirreno-Adriatico arrivano buone notizie per Scarponi, secondo nella competizione, per Garzelli, vincitore sul filo di lana e, soprattutto, per Boasson Hagen, 22 anni norvegese di Lillehammer, nuovo talento del ciclismo internazionale, capace di superare allo sprint Petacchi nell'ultima tappa della Tirreno-Adriatico.

Fra i tanti volti illustri, spicca poi quello di Damiano Cunego, fresco di Parigi-Nizza, alla sua seconda presenza alla Milano-Sanremo dopo il 62esimo posto del 2006. Il sipario sulla Classicissima di primavera - che, secondo le previsioni meteo potrebbe essere sferzata dalla pioggia - si alzerà sabato con il ritrovo a davanti al Castello Sforzesco e la partenza ufficiale, fissata alle 9.45 da via della Chiesa Rossa. Arrivo, dopo 298 chilometri, sul Lungomare Italo Calvino.