Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
18 luglio 2011

Shanghai, social network oscurati. Vittoria del Settebello

print-icon
mon

Il settebello ha esordito con una vittoria ai mondiali di Shanghai, travolgendo il Sud Africa (Getty)

Ai Mondiali di nuoto atleti preoccupati per i blocchi a facebook e twitter. Esordio travolgente per gli azzurri della pallanuoto, che hanno battuto il Sud Africa 17-1. L'Italia del sincro si è qualificata per la finale nel tecnico a squadre

Il buco nero dei social network mette in ansia la famiglia dei nuotatori. Se a Pechino la finestra virtuale sul mondo era stata concessa dalle autorità cinesi anche grazie al pressing del Cio, per il torneo iridato delle discipline acquatiche a Shanghai nessuna deroga: oscurati i vari Facebook e Twitter, i campioni di piscina e trampolino stanno cercando la scappatoia per non perdere il contatto con il mondo esterno e continuare ad alimentare blog e pagine dedicate tanto care ai tifosi. "Se questi siti sono stati bloccati non possiamo certo farli sbloccare noi" ha risposto ai giornalisti stranieri il direttore esecutivo della Fina, Cornel Marculescu.

Tra i campioni più attesi a questi mondiali c'è sicuramente Michael Phelps, otto ori olimpici agli ultimi Giochi, e che torna in Cina dopo la gloriosa esperienza a cinque cerchi, ma stavolta senza la libertà di usare i social network. La scappatoia, per aggirare l'ostacolo, qualcuno - come i tantissimi occidentali anche vip che vivono da queste parti - però l'ha trovata. Basta collegarsi a una Vpn e carta di credito alla mano la magia è fatta: è un sistema che qui in Cina, visto il divieto, in molti usano. Permette di bypassare la rete locale, cioè quella cinese, collegandosi a una qualsiasi sparsa per il mondo: il costo, per un atleta occidentale, non è certo da capogiro perchè in media si possono spendere una ventina di dollari americani per un mese di uso del sistema. In Cina, pare, non c'è legge che vieti questo sistema. Fino a prima che cominciassero i mondiali un altro escamotage comunque c'era: un sito, una sorta di motore di ricerca, in cui cliccando il nome faceva accedere sia a twitter che a facebook. Ma anche questo adesso è out.

Tra gli atleti, in attesa che sbarchino i campionissimi della piscina, c'è chi ha saputo correre ai ripari: come l'ex enfant prodige dei tuffi, il britannico Thomas Daley, o il collega texano David Boudia, che grazie al Vpn sono riusciti a connettersi. Non è stato ancora illuminato invece l'altro americano Aaron Fleshner, sorpreso quando ha provato a cliccare sui suoi siti preferiti e la pagina non usciva. "Strano davvero, ho tanto tempo libero: leggerò i libri".

Sincro - L'Italia del sincro si è qualificata per la finale nel tecnico a squadre ai mondiali in corso a Shanghai. Le azzurre Elisa Bozzo, Beatrice Callegari, Camilla Cattaneo, Costanza Fiorentini, Manila Flamini, Mariangela Perrupato, Benedetta Re e Sara Sgarzi hanno chiuso i preliminari con il settimo punteggio di 90,600. In testa dopo le eliminatorie la Russia con 97,700 punti, davanti alla Cina con 96,000 e alla Spagna con 95,700. La finale è in programma domani alle 13 ora italiana.
Le russe Natalia Ishchenko e Svetlana Romashina hanno vinto, invece, la medaglia d'oro del duo tecnico ai Mondiali di sincro di Shanghai. Per la Ishchenko è il 13/o oro mondiale. Argento per le cinesi Huang Xuechen e Liu, bronzo per le spagnole Andrea Fuentes e Ona Carbonell. Le azzurre Giulia Lapi e Mariangela Perrupato si sono piazzate settime

Tuffi - Doppietta cinese nei tuffi dal trampolino da 1 metro ai Mondiali delle discipline acquatiche di Shanghai. La medaglia d'oro è andata a Li Shixin, primo con il punteggio di 463.90 davanti al connazionale He Min, argento con 444.00. Sul podio, bronzo, anche il tedesco Pavlo Rozenberg (463.50).

Pallanuoto - Esordio travolgente del Settebello ai mondiali di Shanghai. L'Italia della pallanuoto allenata da Alessandro Campagna ha battuto il Sudafrica 17-1 (5-0, 3-0, 5-0, 4-1) nella prima partita del girone D del torneo iridato. Prossima gara per gli azzurri, mercoledi' con gli Stati Uniti.  
Invece, giornata decisamente no, sul piano sportivo, per il Brasile. Dopo l'eliminazione a sorpresa nella Coppa America di calcio a opera del Paraguay, un'altra Nazionale verdeoro subisce, a distanza di migliaia di km, un ko acquatico: nella gara d'esordio del girone C ai Mondiali in corso a Shanghai la squadra di pallanuoto sudamericana è stata sconfitta 14-5 (5-0, 1-3, 3-4, 1-2) dalla Croazia. Risultato, questo, a differenza del match calcistico, decisamente atteso: la Nazionale croata, allenata dall'ex ct azzurro Ratko Rudic, è infatti una delle candidate al titolo iridato in questa rassegna cinese. Per la Croazia si è messo in mostra Boskovic, autore di una quaterna, e poi Paskvalin (tre gol per lui). Il Brasile ha provato a limitare i danni con la doppietta di Jonas Crivella.

Leggi anche:
Nuoto, Federica Pellegrini fuor d'acqua: l'intervista