Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
19 febbraio 2012

Boxe fuori dal ring: sconfitta e manette per rissa a Chisora

print-icon
box

Il britannico Chisora (a sinistra) col manager di Haye, insanguinato dopo la rissa

Finito nel peggiore dei modi il fine settimana del pugile inglese: la polizia tedesca lo ha infatti arrestato in seguito alla rissa scoppiata nella conferenza stampa dopo il match valido per il titolo del massimi della Wbc perso contro Klitschko. LE FOTO

Sfoglia tutto l'Album della Grande Boxe

Dopo la sconfitta anche le manette. E' finito nel peggiore dei modi il fine settimana del pugile inglese Derek Chisora: la polizia tedesca lo ha infatti arrestato in seguito alla rissa scoppiata nella conferenza stampa dopo il match valido per il titolo del massimi della Wbc contro il campione ucraino Vitali Klitschko.

Chisora si è scontrato con l'ex pugile David Haye, che aveva seguito il match come commentatore per la Bbc. Prima sono volati gli insulti, poi si è passati alle vie di fatto, e contro Chisora è stata aperta un'inchiesta per lesioni e minacce. Già venerdì scorso, durante le operazioni di peso per il match, Chisora aveva colpito l'avversario con uno schiaffone, innescando la reazione del campione. I due erano stati separati prima di uno scontro più violento e Chisora dovrà pagare una multa di 50.000 dollari per il suo comportamento.

La sfida del pugile inglese a Vitali Klitsckho non ha avuto storia: il campione ucraino ha agevolmente controllato il match, sfruttando i 15 centimetri di altezza in più e tenendo l'avversario a distanza con il jab sinistro, raramente doppiato dal destro. Alla fine i tre giudici hanno tutti visto 8 punti di margine per Klitschko, che ha così conquistato la 44esima vittoria in carriera (40 prima del limite) a fronte di due sole sconfitte. Per Chisora si tratta invece della terza sconfitta contro 15 vittorie.