Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
02 novembre 2012

Dopo Sandy, New York torna a correre: ecco la Maratona 2012

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

IL PERCORSO . Comincia da Staten Island, nei pressi del ponte di Verrazzano, la 43.a edizione della gara che attraversa la città per 42,195 Km . Dall'East River a Manhattan fino al Central Park. L'uragano è solo un brutto ricordo

Una grande festa lungo un percorso molto difficile. La Maratona di New York, che domenica 4 novembre taglierà il traguardo della 43.a edizione, è anche questo. Tutto avrà inizio da Staten Island, poi Verrazzano e i ponti che si trovano lungo il percorso, le salite della 1st Avenue e di Central Park; infine il dislivello verticale da superare di circa 253 metri. Indicazioni che spiegano quanto impegnativi siano i 42.195 chilometri da affrontare. Ma esserci vuol dire anche immergersi in un ambiente fantastico. Nonostante il passaggio dell'uragano Sandy, sarà il tradizionale calore del pubblico a rendere l'evento ancora più speciale.

Il percorso (guarda la MAPPA)
può essere diviso in due parti: la prima va dalla partenza all'inizio del Queensborough Bridge (il ponte che dal  Queens porta a Manhattan). Sezione de tracciato scorrevole perché, ad eccezione della salita del Ponte di Verrazzano, non ci sono altri punti impegnativi; la seconda, invece, comincia con la salita del ponte e arriva fino al traguardo. Qui gli otacoli più complicati sono dati dalla "scalata" verso il Queensborough Bridge, dal saliscendi della 1st Avenue e dalle ultime temibili salite di Central Park. Poi l'arrivo fuori dal Tavern On The Green. Il tempo limite è fissato ad 8 ore e il percorso verrà chiuso alle ore 19.10.