Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
21 gennaio 2015

Regina Streif, anche al cinema il mito del brivido bianco

print-icon
dom

Dominik Paris in azione: a Kitzbuehel l'azzurro ha vinto due anni fa

IL VIDEO . Giornata di riposo per gli uomini jet a Kitzbuehel, giovedì la seconda prova cronometrata sulla leggendaria pista dove sabato si corre la discesa di Coppa del Mondo. Nelle sale austriache, intanto, esce un film che celebra un mito

Giornata di riposo per gli uomini jet a Kitzbuehel, la seconda prova cronometrata sulla leggendaria Streif si farà infatti giovedì. Martedì il norvegese Kjetil Jansrud era stato il più veloce (in 1.56.77) nella prima prova per la discesa di Coppa del mondo in programma sabato, la 75ma edizione del trofeo dell'Hahnenkamm. Secondo tempo per l'austriaco Hannes Reichelt (+0,51) che vinse lo sorso anno, e terzo per lo statunitense Travis Ganong (+1,68). Il miglior azzurro è stato Werner Heel, con il 4° tempo e un ritardo di 1 secondo e 79 centesimi. Gli altri italiani Dominik Paris (+3,33) e Silvano Varettoni (+4,31) hanno preferito non forzare studiando solo alcuni passaggi per loro più significativi.


Streif significa mito, è la regina delle discese. Tant'è che è, per capire di che si tratta, è appena uscito nelle sale cinematografiche austriache un film che la celbra: Streif, one Hell of a ride, ovvero un inferno in un giro. Eccone allora un breve trailer che riassume tutte le emozioni che i campioni provano nel percorrerla. Perché sanno che solo chi precipita a valle nella libera di Kitz può dirsi davvero un discesista di livello mondiale.