Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
12 febbraio 2015

Doping, tutte le tappe del calvario di Alex dal 2012

print-icon
ale

Dal 6 agosto 2012 (la comunicazione che è stato trovato positivo all'esame antidoping del 30 luglio) a oggi, i tre anni o quasi di vicenda giudiziario-sportiva dell'ex marciatore ed ex fidanzato di Carolina Kostner

Queste tutte le tappe dalla comunicazione della positività di Alex Schwazer a oggi.



- 6 AGOSTO 2012: a Londra, durante le Olimpiadi, il Coni riceve la comunicazione che Alex Schwazer è stato trovato positivo all'esame antidoping (Epo) della sera del 30 luglio presso la sua abitazione di Calice di Racines.
- 7 AGOSTO 2012: il Tribunale Nazionale Antidoping accoglie la richiesta della Procura Antidoping e sospende Schwazer da ogni attività agonistica.
- 8 AGOSTO 2012: conferenza stampa di Bolzano. Schwazer, difeso da Gerhard Brandstatter, cerca di spiegare perchè ha fatto uso di doping. Dice di aver mentito alla fidanzata Carolina Kostner e che aspettava lei andasse al suo allenamento per farsi l'iniezione di Epo. Racconta che nel settembre 2011 era andato ad Antalya e aveva comprato l'eritropoietina in farmacia pagandola, senza ricetta medica, 1.500 euro.
- 10 AGOSTO 2012: a Bologna consegna pistola e tesserino. Verrà congedato dall'Arma dei Carabinieri come da sua richiesta. I carabinieri del Nas eseguono a Calice una perquisizione domiciliare. Vengono sequestrati tre computer portatili, alcune chiavette usb e altri documenti.
- 13 AGOSTO 2012: Schwazer è interrogato in Procura a Bolzano.
- 30 OTTOBRE 2012: si tiene la prima audizione di Schwazer davanti alla Procura Antidoping.
- 20 DICEMBRE 2012: la Procura Antidoping deferisce al TNA Schwazer con richiesta di squalifica di 4 anni per: 1) la positività all'eritropoietina; 2) le anomalie riscontrate nei valori del Passaporto Biologico; 3) l'acquisto e possesso di sostanze dopanti; 4) per essersi avvalso della consulenza/prestazione professionale di un soggetto inibito dall'ordinamento sportivo (Michele Ferrari).
- 23 APRILE 2013: il TNA squalifica Schwazer per 3 anni e 6 mesi (scadenza 29 gennaio 2016) e lo condanna al pagamento delle spese del procedimento (5.500 Euro).
- GIUGNO 2013: Alex annuncia che ha ripreso ad allenarsi "perché lo sport fa parte della mia vita" oltre che per la voglia di "promuovere i valori sani e puliti dell'agonismo".
- FINE NOVEMBRE 2013: a Schwazer viene ritirata la patente di guida perché guidava sotto l'influenza dell'alcool nella zona di Vipiteno.
- DICEMBRE 2013: al fine della riduzione da 6 a 3 mesi della sospensione della patente, Alex svolge lavori socialmente utili alla casa di riposo di Vipiteno.
- DICEMBRE 2013: s'interrompe la relazione sentimentale con Carolina iniziata nell'aprile 2008. Il rapporti terminerà nell'aprile 2014.
- 30 LUGLIO 2014: Schwazer è campione  europeo, con effetto retroattivo, della 20 km di Barcellona 2010. Ad essere squalificato per anomalie nel passaporto biologico è infatti il russo Stanislav Emelyanov.
- 12 NOVEMBRE 2014: l'avvocato di Schwazer annuncia che "Alex si sta allenando guardando ai Giochi di Rio".
- 20 NOVEMBRE 2014: la Procura Antidoping contesta a Schwazer le presunte violazioni della normativa antidoping a seguito degli atti dell'inchiesta penale presso la Procura di Bolzano.
- DICEMBRE 2014: al Comitato Fidal Alto Adige arriva la richiesta da parte della Polisportiva Vipiteno, al quale Schwazer si era rivolto, se fosse possibile un tesseramento per l'anno 2014. Da Roma arriva un secco no.
- 22 DICEMBRE 2014: con l'accoglimento del patteggiamento (8 mesi e 6.000 euro di multa) Schwazer chiude la vicenda giudiziaria legata alla positività al doping.
- 9 GENNAIO 2015: la Procura Antidoping dispone il deferimento di Schwazer alla Seconda Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping per il riconoscimento della responsabilità (art. 2.3 delle NSA) con richiesta di squalifica di 3 mesi. La riduzione da 6 a 3 mesi è data dalla collaborazione prestata da Schwazer.
- 12 FEBBRAIO 2015: il TNA del Coni lo squalifica ad ulteriori tre mesi.