Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
16 ottobre 2015

Da Buffon ad Ali, campioni uniti per il playground a Gerusalemme

print-icon
ger

IL VIDEO. Tante le star dello sport che hanno sposato la causa di Assist for Peace per la costruzione di un campo da gioco nella Città Vecchia di Gerusalemme i cui lavori dovrebbero cominciare entro fine mese, se lo consentirà la drammatica escalation di tensioni fra israeliani e palestinesi

Da Gianluigi Buffon a Nole Djokovic, da Valentino Rossi a Muhammad Ali, numerosi personaggi dello sport hanno sposato la causa di Assist for Peace, per la costruzione di un playground nella Città Vecchia di Gerusalemme, i cui lavori dovrebbero cominciare entro fine mese, se lo consentirà la drammatica escalation di tensioni fra israeliani e palestinesi.



"Io sostengo il campo sportivo di Gerusalemme" è lo slogan scandito fra gli altri anche dai ferraristi Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, Javier Zanetti, Carlo Ancelotti e Vincenzo Nibali. "Tutti gli atleti hanno dato un contributo - spiega l'avvocato Luca Scolari, promotore dell'iniziativa -. Abbiamo raccolto circa duecentomila dollari. Con l'aiuto della Caritas sarà realizzato un campo aperto ai bambini di tutte le religioni e nazionalità. Sorgerà all'interno della scuola armena di Gerusalemme, si potrà giocare a basket, tennis e calcio. E gli atleti chiedono al Papa un incontro interreligioso per parlare di sport e pace".