Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
24 ottobre 2015

Cdm Soelden, Brignone vince davanti a Shiffrin e Weirather

print-icon

La 25enne azzurra ha vinto lo slalom gigante di cdm di Soelden. In passato aveva ottenuto quattro secondi e tre terzi posti oltre ad un argento nel gigante mondiale 2011 a Gamisch-Partenkirchen

L'azzurra Federica Brignone, classe 1990, ha vinto lo slalom gigante di cdm di Soelden. E' la prima vittoria in carriera dell'atleta valdostana, figlia dell'ex azzurra Nina Quario. In passato aveva ottenuto quattro secondi e tre terzi posti oltre ad un argento nel gigante mondiale 2011 a Gamisch-Partenkirchen.


Brignone ha fermato i cronometri sul tempo di 2.24.27 . Secondo posto, con una 2/a manche tracciata dal neo allenatore delle azzurre Gianluca Rulfi, per la statunitense Mikaela Shiffrin in 2.25.12 e terza Tina Weirather, del Liechtenstein, in 2.25.52 . Per l'Italia, con una eccellente prova di squadra, vi sono poi Irene Curtoni 9/a in 1.27.17, Nadia Fanchini 11/a in 2.27.37, Manuela Moelgg 12/a in 2.27.50, Elena Curtoni 14/a in 2.27.94 e Sofia Goggia 16/a in 2.28.06. Fuori per un errore Nicole Agnelli.

Federica al comando già dopo la prima manche
- Prova superlativa di Federica Brignone che con il tempo di 1'10.11 aveva guadagnato la testa sin dalla prima manche dello slalom gigante: "Sapevo di essere in forma e di aver fatto una buona manche - ha detto l'azzurra che sinora non ha mai vinto in carriera collezionando però posti sul podio ed un bronzo mondiale - ma non pensavo di aver gareggiato così bene. In un primo momento, vedendo i tempi delle rivali più forti, pensavo che avessero fatto errori clamorosi per giustificare il loro grave ritardo. Ma adesso per la seconda manche servono piedi per terra e concentrazione massima: è una pista dal fondo molto duro e difficilissima".

Assenze pesanti-
La grande assente è la supercampionessa austriaca Anna Fenninger, seriamente infortunata ai legamenti di un ginocchio proprio nei giorni scorsi: per lei, dominatrice del gigante e della coppa, stagione mai iniziata e subito chiusa. Ed assente e' anche la statunitense Lindsey Vonn: ancora troppo recenti le conseguenze di un incidente durante l'allenamento estivo. Se ne riparla a fine novembre, ad Aspen.