Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
22 gennaio 2016

Sci, Kitzbuehel: SuperG a Svindal. E la combinata a Pinturault

print-icon
sci

Il francese Alexis Pinturault, vincitore della combinata di Kitzbuehel, nella manche di slalom (Getty)

Nel pomeriggio la manche di slalom: podio tutto francese con Muffat-Jeandet e Mermillod Blondin dietro al vincitore. La Coppa del Mondo arriva sulla leggendaria Streif. Buona prova azzurra nel SuperG vinto dal norvegese: quinto posto di Paris, Fill sesto e settima piazza del giovane Casse

Partecipava anche il campione austriaco Marcel Hirscher, che insegue Svindal in classifica generale e che nel SuperG ha preso un distacco non insuperabile dal vincitore norvegese, allo slalom speciale di Kitzbuehel. Dopo la prova serale di slalom, però, la combinata ha decretato un podio finale tutto francese: primo è  infatti Alexis Pinturault davanti ai connazionali Victor Muffat-Jeandet e Thomas Mermillod Blondin. Settimo l'azzurro Dominik Paris, decimo posto per Riccardo Tonetti. Hanno invece inforcato, su una pista gelatissima, sia Hirscher che Svindal. Quest'ultimo rimane pertanto al comando della classifica generale, con 916 punti, contro gli 809 dell'austriaco. Per l'Italia c'è poi, nella classifica di combinata, Christof Innerhofer, 14°. Mentre fuori sono finiti nello slalom Mattia Casse e Peter Fill.

Perché il venerdì di Coppa del Mondo maschile prevedeva due gare in Austria, il SuperG uomini e poi la combinata, appunto con una manche di slalom. Sabato è in programma la più classica e spettacolare delle discese sulla terribile Streif, infine domenica si chiude con lo slalom speciale. Per la Coppa del Mondo è scoccata l'ora di Kitzbuehel (Tirolo), il tempio mondiale dello sci alpino, con la 76ma edizione delle gare dell'Hahnenkamm e i 3.312 metri di mitico tracciato della Streif.


Nel SuperG inaugurale del trittico, corso in mattinata, buona prova azzurra di squadra con il quinto posto di Dominik Paris, Peter Fill sesto e settima piazza del giovane piemontese Mattia Casse, 25 anni e figlio d'arte (meno bene Christof Innerhofer). Vince la gara il norvegese Aksel Svindal davanti al barbuto americano Andrew Weibrecht e all'austriaco Hannes Reichelt, protagonista di un'acrobazia sul ghiaccio a 120 km/h.

 

 

 


L'Italia arriva dunque all'appuntamento di Kitzbuehel in gran forma. Con Dominik Paris, oltre che con Peter Fill. Ai quali si è per l'appunto aggiunto, splendida sorpresa, il giovane Mattia Casse. Proprio Casse - figlio di Sandro Casse che fu primatista mondiale del km lanciato oltre che allenatore del giovane Pierino Gros - con il proibitivo pettorale 47 prima dell'exploit odierno era già stato il più veloce nella seconda e ultima prova di discesa sulla Streif, nella giornata di giovedì, dopo che era stato quinto nella prima.