Ginnastica artistica, Mondiali: Vanessa Ferrari si rompe il tendine d'Achille in finale

Altri Sport

L'infortunio durante la finale a corpo libero. Si tratta dello stesso tendine operato un anno fa dopo l'Olimpiade. Oro alla giapponese Murakami, Lara Mori è sesta

La sfortuna non sembra abbandonare Vanessa Ferrari. L’azzurra si è infortunata durante la finale a corpo libero dei Mondiali di Montreal. Era l’ultima a esibirsi e, durante la seconda diagonale, è atterrata mettendo male il piede sinistro. Ha lasciato la pedana sulla sedia a rotelle. Per lei purtroppo si parla di rottura del tendine d’Achille. "Ho provato a vincere", ha detto, in lacrime. "Mi sentivo bene, avevo provato i salti in allenamento. Non ho sentito dolore, solo il tendine che si staccava, non ho nemmeno provato a rialzarmi perché avevo capito che il tendine era andato. Ho provato a giocarmi il tutto per tutto ma è andata così". Propro allo stesso tendine d'Achille, la Ferrari, 27 anni il prossimo novembre, era stata operata un anno fa dopo i Giochi di Rio. Nel 2006, ad Aarhus, era stata campionessa del mondo.

La medaglia d’oro stavolta è andata alla giapponese Mai Murakami (14.233), che succede a Simone Biles. Argento alla statunitense Jade Carey (14.200), Bronzo alla britannica Claudia Fragapane (13.933). Ottima sesta Lara Mori (13.266).

ALTRI SPORT: SCELTI PER TE