Zanardi, i medici: "Cauto ottimismo, anche se danni neurologici gravi". Video

bollettino

Il Professor Sabino Scolletta a 'Sky Sport' fa il punto sul quadro clinico di Alex Zanardi, ricoverato all'ospedale 'Le Scotte' di Siena dopo il terribile incidente del giorno precedente: "L'impatto ha provocato lesioni cerebrali importanti. Parametri cardio-circolatori e respiratori sono stabili, quindi c'è cauto ottimismo. Ma resta grave il quadro neurologico"

INCIDENTE ZANARDI, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

Il Professor Sabino Scolletta, responsabile della terapia intensiva dell'ospedale 'Le Scotte' di Siena, dove da venerdì è ricoverato Alex Zanardi in seguito al grave incidente in handbike, ha fatto il punto sul quadro clinico del campione paralimpico: "Non ci sono particolari variazioni rispetto a questa mattina, le condizioni sono stabili. Il paziente è ventilato meccanicamente. Il quadro clinico è complessivamente buono anche se resta grave il quadro neurologico". Secondo il Professor Scolletta il trauma potrebbe provocare gravi danni alla vista: "Abbiamo chiesto un'approfondita consulenza ai nostri oculisti perchè c'è qualche lesione oculare. Il trauma è anche facciale e, quindi, è probabile che ci possano essere lesioni del campo visivo. Ma la valutazione si potrà fare solo nei prossimi giorni. Difficile poterlo dire adesso". Secondo il direttore del dipartimento le prossime ore saranno decisive per comprendere al meglio il quadro generale di Zanardi: "Siamo fiduciosi che questo suo stato pre-trauma possa condizionare positivamente il decorso. I sedativi ora non ci permettono di fare una valutazione neurologica. Al momento resta in coma farmacologico almeno altre 48 ore, poi decideremo se ridurre o sospendere la sedazione. Il quadro ora è talmente compromesso che ci impone ora di fare una terapia per ottenere il coma farmacologico"

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche