09 agosto 2017

Atletica, Makwala riammesso: qualificato per la semifinale dei 200 m

print-icon

Nuovo colpo di scena per Isaac Makwala, il corridore del Botswana escluso dopo i problemi intestinali: la IAAF lo ha riammesso e gli ha permesso di correre da solo la batteria dei 200 metri. Con il suo 20''20 si è qualificato per la semifinale, dove poi è riuscito a conquistare il pass per la finale chiudendo con 20''14

Una delle storie più interessanti dei mondiali d’atletica di Londra 2017 si arricchisce di uno capitolo. E questa volta a segnare un punto a proprio favore è Isaac Makwala, lo sprinter del Botwana fermato prima da un’intossicazione alimentare risultata poi virale ed escluso sia dalle batterie dei 200 metri che dalla finale dei 400 che già aveva conquistato in precedenza. Le autorità sanitarie inglesi infatti avevano previsto per lui un periodo di quarantena di 48 ore in cui restare lontano dalla pista, per evitare di contagiare altri atleti. Una restrizione a cui Makwala aveva provato a opporsi, presentandosi regolarmente allo stadio a poche ore dalla finale dei 400 metri, prima di vedere respinta la propria richiesta d’accesso. Attraverso i social il corridore aveva manifestato la sua contrarietà a questa decisione, scatenando un mare di polemiche contro una scelta che non riguardava la federazione internazionale. E adesso è proprio la IAAF a comunicare che gli verrà eccezionalmente data l’opportunità di correre da solo la batteria dei 200 metri per provare a qualificarsi per la semifinale (alla quale prenderà parte anche l’italiano Tortu).

Una corsa contro il tempo che è riuscita a Makwala, che ha chiuso in 20''20 il suo giro di campo (il tempo da battere era 20''53), replicando poi con 20''14 in semifinale e conquistando il pass per la finale.

I PIU' VISTI DI OGGI