Atletica, Daisy Osakue parteciperà agli Europei: c'è il sì dei medici

Atletica

L'atleta azzurra parteciperà agli Europei di atletica. I medici le hanno dato l'ok dopo l'aggressione subita a Moncalieri. Daisy Osauke felice: "Bello poter partecipare, ora voglio tornare alla vita normale"

OSAKUE AGGREDITA A MONCALIERI

Ora è ufficiale. Daisy Osakue, la discobola azzurra colpita a un occhio da un uovo lanciato da una macchina con tre giovani a bordo a Moncalieri nella notte tra il 29 e il 30 luglio, potrà partecipare agli Europei di atletica, in programma da lunedì a Berlino. Lo comunica l'Ansa: l'azzurra ha appena ricevuto l'ok dai medici. La sua partecipazione era rischio dopo il comunicato della Fidal e le dichiarazioni di Malagò: "Lei deve fare una dose massiccia di cortisone e malgrado ci sia la possibilità dell'esenzione la quantità è troppo elevata. Quello che è successo è un fatto estremamente grave". Secondo il responso trasmesso dal settore sanitario della Fidal, l'atleta presentava "abrasione ed edema retinico importante all'occhio sinistro post traumatico, trattata dallo specialista con terapia antibiotica e corticosteroidea per via locale e sistemica". La visita presso l'Istituto di Medicina dello Sport di Roma alla quale la Osakue si è sottoposta stamattina ha dato esito favorevole. Andrà a Berlino. Questo è il referto redatto dal prof. Antonio Spataro, Direttore Sanitario dell'IMSS.

"Il controllo oculistico effettuato dall'atleta Daisy Osakue presso l'Istituto di Medicina e Scienza dello Sport del CONI, in data odierna ha documentato un miglioramento del quadrio clinico che consente la sospensione progressiva della terapia cortisonica e la partecipazione ai Campionati Europei di atletica a Berlino".

Daisy: "Spiace per polverone, ma felice sia emerso problema"

Alla festa Fidal, che anticipa la partenza della spedizione azzurra in Germania, sono arrivate la parole di Daisy Osauke: "Mi spiace per il polverone che si è alzato questa settimana ma sono felice che sia uscito un problema che molte volte non viene considerato e viene fatto andare sotto al tappeto". "Fortunatamente oggi con il via libera della Nado potrò partecipare agli Europei e per questo sono felice. Ieri poi sono stati presi gli aggressori, la legge farà il suo corso e loro pagheranno per quanto fatto a me e a tutte le altre vittime. Ora voglio tornare alla mia vita normale". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.