Caricamento in corso...
02 agosto 2017

Steph Curry si dà al… golf! Sarà nel PGA Tour da amatore

print-icon

Il due volte campione NBA nella giornata di giovedì parteciperà alla prima giornata di un torneo del PGA Tour come amatore. "Il golf è una mia passione sin da quando ero bambino, superare il primo taglio sarebbe incredibile". La sua vittoria è quotata 3.000 a 1.

Dopo aver conquistato il suo secondo titolo NBA a metà giugno e aver firmato il rinnovo di contratto più costoso di sempre, Steph Curry nel corso della off-season ha deciso di provare un’altra sfida: quella sul green di golf. Il due volte MVP, infatti, giovedì si cimenterà nelle eliminatorie del Web.com Tour's Ellie Mae Classic al TPC Stonebrae, nella zona di San Francisco. Curry parteciperà insieme a Sam Ryder e il campione in carica Stephan Jaeger nei primi due giri a partire dalle 11:55 del mattino (le 17:55 in Italia). “Il golf è una mia passione sin da quando ero bambino” ha dichiarato Curry a ESPN. “Neanche in un milione di anni avrei mai pensato di potermi misurare con questi professionisti, cercando di tenere il loro ritmo. Ma ho avuto una grande opportunità questa settimana, perciò vediamo cosa succede”. Curry ha ricevuto un invito dallo sponsor dopo un evento in North Carolina a giugno e manterrà il suo status di amatore, ma i bookmakers hanno comunque messo la sua quota per una vittoria a 3.000 contro 1.

Obiettivo: passare il primo taglio

Curry, però, ha dichiarato che il successo non è nemmeno nei suoi sogni: “Rimango realista: il primo obiettivo è superare il primo taglio giovedì. Questi ragazzi hanno dedicato la loro vita al gioco e si impegnano ogni settimana per arrivare al PGA Tour, perciò capisco quanto sia difficile. Io sono solo un appassionato, perciò voglio solo divertirmi: superare il primo taglio sarebbe incredibile, e voglio sentire sulla mia pelle cosa può significare una botta di adrenalina del genere. Per me sarebbe come vincere il torneo”. Nella giornata di martedì Curry si è allenato con i professionisti e l’esperienza è stata… sorprendente. “Anche solo guardare come analizzano tutto il percorso, preparano la loro strategia, provano colpi da ovunque… è incredibile. Io sono arrivato alla buca 16 ed mentalmente ero esausto nel pensare a tutti quegli scenari differenti che sarebbero potuti succedere. Ho un nuovo rispetto per quella parte del processo”. In passato, anche Jerry Rice e Mark Rypien della NFL avevano partecipato in tornei del PGA Tour mentre le loro carriere erano in corso. Il mese scorso Curry ha chiuso al quarto posto nell’American Century Championship a Lake Tahoe: chissà come si concluderà questa sua nuova avventura.

I PIU' VISTI DI OGGI