01 luglio 2017

Mercato NBA, Steph Curry record: suo il più ricco contratto di sempre!

print-icon

Nuovo accordo di cinque anni per 201 milioni di dollari per il due volte MVP NBA, che diventa così il giocatore più pagato della NBA. Gli Warriors trovano l'accordo anche con Shaun Livingston e ora devono convincere Andre Iguodala a restare

Finiti i giorni in cui i Golden State Warriors potevano permettersi di tenere in squadra un due volte MVP a un prezzo stracciato (e nella NBA 44 milioni di dollari per 4 anni è da considerarsi tale): allo scoccare del 1 luglio, le due parti hanno immediatamente trovato un accordo su un nuovo contratto da 5 anni per 201 milioni di dollari (4 in meno del massimo a cui poteva essere firmato e senza player option sull'ultima stagione), il più alto mai firmato da un giocatore NBA. “Lo vogliamo qui e lui vuole restare, faremo di tutto per soddisfare la sua richiesta e renderlo felice”, aveva detto uno dei due proprietari degli Warriors, Joe Lacob, nei giorni scorsi. Detto, fatto – con un nuovo accordo che non prevede opzioni – né a favore della squadra né a favore del giocatore – per l’ultimo anno e che quindi tiene sotto contratto il n°30 di Golden State fino al 2022. Nel suo primo anno il nuovo accordo metterà nelle tasche di Curry 34.5 milioni di dollari, un importo che gli permette di superare LeBron James per il più alto stipendio annuale (il n°23 dei Cavs si deve accontentare nella prossima stagione di 33.285.709 dollari) e che è poi destinato a salire di stagione in stagione fino a infrangere per la prima volta nella storia della lega il muro dei 200 milioni.

Arriva anche la firma di Shaun Livingston

La firma di Curry non è l’unica buona notizia in casa Warriors. Contestualmente all’accordo con la loro superstar, il GM Bob Myers è riuscito anche a trattenere una delle pedine più importanti della panchina dei campioni NBA, Shaun Livingston. La point guard di riserva di Golden State ha firmato un contratto triennale da 24 milioni di dollari consecutivi, ma degli 8 annuali previsti solo 2 sono garantiti nel terzo e ultimo anno dell’accordo, una mossa che nel caso permetterebbe agli Warriors di liberare ulteriori 6 milioni prima della stagione 2019-20 per soddisfare le richieste di rinnovo di un’altra superstar, Klay Thompson. Per Livingston si tratta del contratto più ricco dei suoi 13 anni di carriera NBA, una carriera che dopo il tremendo infortunio subìto nel 2007 in maglia Clippers sembrava addirittura a rischio. 

I PIU' VISTI DI OGGI