Molinari è ancora perfetto: all'Open d'Italia può entrare nella storia

Golf

Michele Gallerani

Era dalla buca 10 del terzo giro di Wentworth che l'azzurro non realizzava un bogey: quanto accaduto all'Open d'Italia è stata una liberazione che allontana la pressione su Chicco, a caccia del terzo successo nel torneo di casa

OPEN D'ITALIA, IL LEADERBOARD

OPEN D'ITALIA, MOLINARI SEMPRE 2° AL PENULTIMO GIRO

La prima notizia di giornata è che Francesco Molinari ha realizzato il primo bogey dopo 85 buche senza perdere colpi. Era dalla buca 10 del terzo giro di Wentworth, che non accadeva. E quando è successo, alla 6 del percorso di GardaGolf è stata una sorta di liberazione per tutti, un modo per allontanare la pressione e per lanciarsi verso un’altra giornata bellissima per il golf e lo sport italiano. In più questa sorta di sblocco è stata utile per ottenere due birdie consecutivi per rilanciarsi immediatamente. La seconda notizia è che Chicco è sempre in alta classifica, non molla mai e la sua possibilità di vincere per la seconda settimana consecutiva è intatta: è secondo in classifica, ha un solo colpo di svantaggio dall’inglese Lee Slattery e può scatenare un vero e proprio tifo da stadio, come alla 18 per il sesto birdie di giornata. La terza notizia è che nel terzo giorno a GardaGolf Molinari ha chiuso con il terzo 66 consecutivo, proiettato alla ricerca della vittoria del terzo Open d’Italia della carriera.Saranno solo numeri, ma nel golf, i numeri sono tutto e raccontano le storie e la storia di Francesco è di quelle da libro di saggistica di questa disciplina. Un esempio da seguire.

Lo hanno capito e sono in scia del numero uno del golf azzurro anche Matteo Manassero, quattordicesimo a meno 11 e Lorenzo Gagli che ha infilato una straordinaria rimonta e con un giro in 66 colpi ha raggiunto la diciottesima posizione a meno 10. Ora mancano 18 buche per chiudere con un risultato clamoroso che, nel caso di Molinari, vorrebbe dire primo posto nell’ordine di merito del circuito europeo (Race To Dubai) e a quel punto, l’ipotesi di diventare componente della squadra di Ryder Cup a Parigi a settembre non sarebbe una semplice ipotesi, ma una solidissima (come il suo gioco) tesi.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport