John Deere Classic: Molinari risale al quinto posto

Golf
molinari_getty

L'azzurro recupera un paio di posizioni grazie a un fantastico secondo giro a 66 e si porta a cinque lunghezze dalla vetta, occupata da Michael Kim. Scottish Open, eliminati quattro italiani su sei

TUTTE LE NOTIZIE DI GOLF

Francesco Molinari si è portato dal settimo al quinto posto con 131 (65 66, -11) colpi nel John Deere Classic, gara del PGA Tour in svolgimento al TPC Deere Run (par 71) di Silvis nell’Illinois, dove il gioco nel secondo giro è stato interrotto per maltempo. Nella classifica provvisoria è in vetta con “meno 16” Michael Kim, che ha ancora una buca da giocare. Lo seguono con 130 (-12) Johnson Wagner, Steve Wheatcroft, leader dopo un turno, e il canadese David Hearn. L’azzurro è affiancato dall’australiano Matt Jones e da Bronson Burgoon, che ha lo stesso “meno 11”, ma tre buche a disposizione per migliorarsi. In ottava posizione con 132 (-10) Robert Garrigus, Parker McLachlin, Harold Varner III e Sam Ryder. Sono rimasti in retrovia il cileno Joacquin Niemann, che ha ricevuto una Temporary Membership, 47° con 138 (-4), e Zach Johnson, 66° con 139 (-3). Michael Kim, che compie oggi 25 anni, nativo di Seoul ma di nazionalità statunitense, e all’83ª gara sul tour dove non ha mai vinto. Ha realizzato otto birdie senza bogey sulle 17 buche giocate. Francesco Molinari, il più in alto nel world ranking (15°) tra i giocatori in campo, ha espresso un ottimo gioco in tutto il percorso come dicono pure le percentuali (85,71% driving accuracy, 77,78% green in regulation), ma anche il putter (28 putt) ha fatto la sua parte. “A inizio anno – ha detto l'azurro – pensavo che il mio gioco sul green fosse buono, ma in realtà mancava qualcosa, così mi sono rivolto a Phil Kenyon. I suoi metodi sono molto scientifici. Abbiamo riguardato tutto e ora credo che i pezzi del puzzle siano andati tutti al posto giusto, anche se si deve sempre migliorare. Lo scorso anno, prima dell’Open Championship, avevo deciso di riposare e avevo passato la settimana precedente il major a studiare il percorso del Royal Birkdale, ma non è andata bene perché sono uscito al taglio. Così deciso di andare lontano, su un tracciato che non conoscevo e cambiare approccio al major”. Nel suo score sei birdie e un bogey per il 66 (-5).

Il torneo su Sky Golf HD: la guida tv

Sky trasmette in diretta, in esclusiva e in alta definizione il John Deere Classic sul canale Sky Sport Golf HD (204) con collegamenti ai seguenti orari:

sabato 14 dalle ore 21 alle ore 24

domenica 15, dalle ore 21 alle ore 24

Commento di Michele Gallerani e di Massimo Scarpa

Scottish Open, quattro azzurri fuori al taglio

Lo Scottish Open a ritmo di Rock. A metà gara il britannico è passato al comando della classifica con 127 (-13) grazie a un secondo giro super (parziale di 63, -7). L'inglese precede in classifica il connazionale Tyrrell Hatton e lo svedese Jens Dantorp, secondi con 129 (-11). Ai piedi del podio, in quarta posizione, Eddie Pepperell e Rickie Fowler (130, -10). Mentre è scivolato in decima posizione Luke List (132, -8), leader dopo il primo round. Occupano la 15esima piazza, tra gli altri, Justin Rose, Ian Poulter e Charley Hoffman (133, -7). Solo 26° Patrick Reed (134, -6). Il campione Masters paga un brutto finale caratterizzato da un doppio bogey e due bogey che non gli hanno permesso di mantenere le posizioni di vertice. Bella rimonta di Andrea Pavan, 50° (136, -4) come Lorenzo Gagli, mentre sono stati eliminati Edoardo Molinari, Matteo Manassero, Renato Paratore e Nino Bertasio. Pagano dazio pure Matt Kuchar, Hideki Matsuyama, Martin Kaymer, Phil Mickelson e Rafa Cabrera Bello (campione uscente), tra i favoriti al titolo. 

Il torneo su Sky: la guida tv

Sky trasmette in diretta, in esclusiva e in alta definizione l’Aberdeen Scottish Open sul canale Sky Sport Golf HD (204) con collegamenti ai seguenti orari:

sabato 4 dalle ore 16 alle ore 21

domenica 15, dalle ore 16 alle ore 21

Commento di Marco Cogliati e di Donato Di Ponziano.

I più letti