Golf, WGC Mexico: Molinari e Woods in rimonta. I risultati del secondo giro

Golf

Secondo giro ricco di emozioni a Città del Messico: Johnson prende il comando, Woods e Molinari recuperano posizioni giocando da fuoriclasse e si rimettono in corsa per la vittoria finale

WGC MEXICO: IL LEADERBOARD COMPLETO

Il sorpasso in vetta di Dustin Johnson, le rimonte super di Tiger Woods e Francesco Molinari. E ancora: la penalizzazione di Rickie Fowler e le prodezze di Tommy Fleetwood. Show e colpi di scena nel 2° giro del WGC Mexico, primo dei quattro eventi 2019 del World Golf Championship, il mini circuito mondiale del green. A Città del Messico è successo davvero di tutto, con Johnson (numero 3 mondiale) che con 131 (-11) ha guadagnato il comando provvisorio della classifica, relegando al secondo posto Rory McIlroy, affiancato da Matt Kuchar (133, -9). A rubare la scena agli avversari, al Club de Golf Chapultepec, è stato Tiger Woods. L'asso californiano (137, -5), grazie a un parziale super di 66 (-5), ha rimontato 17 posizioni guadagnando l'ottava piazza. "Tutto sommato è stata una bella giornata", ha detto. Sei birdie e un bogey per "The Big Cat", protagonista di giocate sensazionali come quella che l'ha visto uscire dal bunker (con palla a due passi dalla bandiera da 135 yard) alla buca nove (par 4).

Molinari recupera posizioni: è 13°

Sorride anche Chicco Molinari ora 13° (138, -4), alle spalle proprio di Woods, con sette lunghezze da recuperare al leader Johnson. L'azzurro ha mostrato solidità e classe sul green, giocando le seconde nove buche da campione, con un unico errore alla quindici. In Messico grande prova pure per il suo socio Fleetwood. Il britannico (135, -7), quarto con lo spagnolo Garcia, ha siglato la miglior performance di giornata (parziale di 65, -6) insieme al campione in carica Phil Mickelson (solo 39° per il pessimo avvio nel primo round). Delude invece Brooks Kopeka: il numero 2 mondiale (143, +1) non riesce ad andare oltre la 34^ piazza e a metà gara ha già perso ogni speranza di vittoria.  Giornata no pure per Rickie Fowler (39° con 144, +2), "vittima" di una discussa nuova regola (la 14.3 b) del golf relativa a un droppaggio considerato irregolare e dunque penalizzato di un colpo

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche