ISL, Federica Pellegrini a Budapest: niente isolamento, si è già allenata

Nuoto

L'azzurra del nuoto è finalmente a Budapest. Non è stata obbligata all'isolamento ed è tornata già in acqua per il primo allenamento. Finisce anche l'incubo di Simona Quadarella: dopo due settimane di quarantena il tampone di oggi è risultato negativo

CORONAVIRUS, DATI E NEWS IN TEMPO REALE

Federica Pellegrini è arrivata finalmente a Budapest dove si svolge la International Swimming League, la competizione di nuoto a squadre in diretta su Sky Sport. Dopo l’esito negativo del tampone, lo scorso 30 ottobre, e dopo aver superato brillantemente le visite mediche per l’idoneità sportiva, la fuoriclasse azzurra non vedeva l’ora di raggiungere i suoi compagni di squadra dell’Aqua Centurions che hanno sofferto molto la sua assenza in termini di risultati, aritmeticamente fuori dalle fasi finali.

 

Per la Divina del nuoto italiano subito una notizia di grande sollievo, non è stata obbligata ad isolarsi in quarantena secondo la procedura prevista per entrare nella “bolla” della ISL dove si trovano da quattro settimane gli altri campioni delle dieci squadre partecipanti. Nessun trattamento di favore per lei, anzi. E’ stato rispettato scupolosamente il protocollo riservato a chi ha già sviluppato la malattia del Covid 19. Federica ha effettuato due tamponi molecolari nell’ultima settimana in Italia, appena sbarcata nella capitale ungherese è stata sottoposta quindi sottoposta ad un tampone rapido unito ad un test sierologico, entrambi gli esami hanno accertato sia la negatività sia lo sviluppo degli anticorpi. Ottenuto il via libera per potersi allenare sin da subito la Pellegrini ha voluto anticipare i tempi e nel tardo pomeriggio è tornata in acqua per un primo allenamento sotto la guida di Matteo Giunta, suo allenatore e coach del team Aqua Centurions. In gergo i tecnici lo chiamano “un bagnetto”, un allenamento di non elevata intensità, dal ritmo blando, comprensibile: la Pellegrini deve riprendere confidenza con il suo elemento naturale, recuperare l’acquaticità persa. I prossimi giorni, da giovedì a domenica, saranno indispensabili per avere contezza del reale stato di forma, Giunta valuterà le condizioni di Federica per decidere se farla gareggiare all’inizio della prossima settimana, anche se il periodo ipotetico appare un eufemismo conoscendo la voglia matta della sua atleta di competere. Il dubbio semmai è se schierarla solo nelle staffette o anche in una gara individuale. Gli Aqua Centurions, di cui la Pellegrini è la capitana, hanno già l’aritmetica certezza di non potersi più qualificare per le semifinali della ISL (in programma il 14 e 15 novembre) ma resta comunque da disputare un ultimo match della fase di qualificazione – regoular season a gironi-  suddiviso in due giornate di gare: il 9 e il 10 novembre, entrambi alle ore 16, in diretta su Sky Sport.

 

Federica Pellegrini

L'ISL live su Sky Sport: la guida

L’International Swimming League (ISL) sarà in diretta sui canali Sky Sport: i prossimi appuntamenti saranno infatti giovedì 5 novembre dalle 10.00 (Match 8 Day 1, live su Sky Sport Collection) e alle 16.00 (Match 7 Day 1, live su Sky Sport Collection); venerdì 6 novembre dalle 10.00 (Match 8 Day 2, live su Sky Sport Arena) e alle 16.00 (Match 7 Day 2, live su Sky Sport Collection). Per vedere la squadra azzurra bisognerà invece aspettare lunedì 9 novembre: dalle 10 (Match 9 Day 1, live su Sky Sport Uno e Sky Sport Arena) e alle 16.00 (Match 10 Day 1, live su Sky Sport Uno e Sky Sport Arena). Martedì 10 novembre dalle 10.00 (Match 9 Day 2, live su Sky Sport Uno e Sky Sport Arena) e alle 16.00 (Match 10 Day 2, live su Sky Sport Uno e Sky Sport Arena).

Quadarella, fine di un incubo

A Livigno finisce un incubo di due settimane per la campionessa del mondo dei 1500 stile libero Simona Quadarella costretta a restare in quarantena, in isolamento, a causa del focolaio di contagi verificatosi durante il raduno in altura di un gruppo di atleti azzurri. L’esito del tampone di controllo effettuato oggi ha dato esito negativo, la Quadarella può dunque tornare a casa, è già in viaggio verso la “sua” Roma. Con lei sono risultati negativi anche Edoardo Giorgetti,  Martina Caramignoli, Stefano Di Cola, Sara Galli e Mattia Zuin. L’odissea purtroppo continua per cinque degli undici azzurri, risultano ancora positivi, costretti a restare in isolamento a Livigno, il campione del mondo degli 800 stile (2017) Gabriele Detti insieme a Federico Burdisso, Marco De Tullio, Matteo Lamberti, Alessio Proietti Colonna. Non possono lasciare la stanza d’albergo di Livigno nemmeno gli allenatori Stefano Morini, Simone Palombi e il fisioterapista Stefano Amirante, anche per loro il tampone ha dato esito negativo. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.