Scherma, Coppa del mondo: 30 positivi al Covid dopo la tappa di Budapest

Scherma

Nella Coppa del mondo in corso a Budapest sarebbe scoppiato un cluster di Covid che vedrebbe coinvolte una trentina di persone fra atleti, componenti degli staff tecnici e arbitri. Un vero e proprio focolaio, secondo l'Equipe, che potrebbe mettere a rischio le prossime tappe della competizione

CORONAVIRUS, DATI E NEWS IN DIRETTA

La Coppa del Mondo di scherma è ricominciata lo scorso weekend a Budapest con le prove (individuali e a squadre) dedicate alla sciabola. Si trattava del ritorno in pedana dopo la pandemia, ma non è stato un inizio fortunato, visto che al termine delle gare, come riporta L'Equipe, sarebbe scoppiato un cluster di Covid che vede

coinvolte una trentina di persone fra atleti, componenti degli staff tecnici e arbitri. Un vero e proprio focolaio e che potrebbe mettere a rischio le prossime tappe di Coppa del Mondo (nel weekend la spada e nel prossimo il fioretto).

Nei giorni scorsi la federazione giapponese ha comunicato la positività di cinque membri della squadra che ha preso parte all'evento a Budapest ed inoltre anche la sciabolatrice greca Despina Georgiadou ha comunicato la sua positività. L'Equipe ha fatto sapere anche dell'isolamento da parte di due atleti ed un allenatore francese ed oltre a loro anche altri quattro contatti stretti con loro.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.