Sofia Goggia racconta l'incidente: "Dinamica tosta, sono rimasta lucida e presente"

Sci

Rimasta coinvolta in un incidente d'auto a Sestriere, la 26enne sciatrice bergamasca ha dato rassicurazioni a margine della cerimonia di premiazione degli atleti delle Fiamme Gialle a Roma: "Io sto veramente bene, sono uscita illesa. Non ho avuto il tempo di realizzare ma ho cercato di rimanere lucida e presente". E sulla candidatura di Milano e Cortina alle Olimpiadi invernali del 2026 in coro con Dorothea Wierer: "È una grande occasione per il nostro Paese"

SOFIA GOGGIA, INCIDENTE D'AUTO A SESTRIERE: ILLESA

LE FOTO DELL'INCIDENTE DI SOFIA GOGGIA

Grande spavento per un incidente stradale, lei che è rimasta illesa da un pauroso episodio a Sestriere. Uscita di strada a causa della neve mentre era alla guida della sua autovettura, Sofia Goggia ha frenato improvvisamente per evitare l’impatto con un’altra vettura: la sua Audi è così finita sul tettuccio di un furgone parcheggiato in una strada sottostante. Nessuna conseguenza fisica per la 26enne sciatrice bergamasca, che ha immediatamente tranquillizzato i fan attraverso Twitter: "Sto bene, pronta a rimettermi in carreggiata". Rassicurazioni che non sono mancate nemmeno a margine della cerimonia di premiazione degli atleti delle Fiamme Gialle a Roma: "Io sto veramente bene, sono uscita illesa dall’incidente. Sono finita sul tetto di un pulmino, una cosa molto inaspettata: la dinamica è stata tosta, non ho avuto neppure il tempo di realizzare, ma più che lasciar prendere il sopravvento alla paura ho cercato di rimanere lucida e presente".

Goggia e Wierer sulle Olimpiadi invernali del 2026: "La nostra candidatura è una grande occasione"

La giovane sciatrice azzurra, campionessa olimpica nella discesa libera a Pyeongchang 2018, sogna di poter gareggiare a Cortina ovvero la sede italiana candidata insieme a Milano alle Olimpiadi invernali del 2026: "È la mia pista preferita, ci sono però ancora tante stagioni da disputare, tante gare. Sogno i Giochi in Italia e spero di arrivarci per poter gareggiare in quella che sarebbe sicuramente la mia ultima Olimpiade. Spero che i Giochi del 2026 vengano assegnati al nostro Paese: siamo l'Italia, tutto è racchiuso nel nome. L’italianità è già un valore sopra tutto e sopra tutti". Non ci sarà da atleta nel 2026 invece Dorothea Wierer, neo-campionessa del biathlon che tuttavia resta dello stesso avviso di Sofia Goggia: "Questa candidatura è una grande occasione per il nostro Paese, spero che a giugno il Cio ci assegni le Olimpiadi: io non ci sarò come atleta, ma spero comunque di poter dare una mano".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche