Al via la stagione dello sci. Sofia Goggia cerca l'armonia: "Vorrei essere meno egoista"

Sci

Elisa Calcamuggi

Torna in pista la Coppa del Mondo di sci e Sofia Goggia è pronta per l'avventura. Con nuove motivazioni: ha cambiato la preparazione atletica, ma anche la casa. Le parole chiave per la sciatrice azzurra in vista della nuova stagione sono armonia e condivisione. E meno egoismo. Sognando Cortina

La giornata del media day ad Altenmarkt, in Austria, dove ha sede una delle aziende leader più importanti del mercato dello sci mondiale, è sempre un caos. Un caos bello. Un vero e proprio slalom speciale per riuscire a parlare con tutti gli atleti presenti senza avere troppa fretta, dando a ognuno lo spazio che merita e soprattutto rispettando il tour de force mediatico al quale sono sottoposti tutti i protagonisti circondati dalle telecamere e dai giornalisti provenienti da tutto il mondo.

 

Sofia Goggia fa parte di questo team ed è una delle atlete di punta del marchio. Abbiamo appuntamento con lei e la scoviamo, rispettando il nostro orario, in una delle stanzette riservate e lì la coinvolgiamo nell’intervista di questa stagione che è sostanzialmente una chiacchierata tra Sofia e la sottoscritta che nel ruolo di “maestra” verifica se Sofia ha fatto i compiti quest’estate. Si è preparata? Come? Cosa ha messo di nuovo nella sua sciata che vedremo in pista nell’inverno 2020? Così lei, penna in mano, fa un elenco delle novità e di ciò che butta via perché ci sono cose che bisogna eliminare dalla testa per  far spazio al nuovo.

 

Ciò che stupisce di lei è la volontà di crescere sempre in un cammino che quest’anno coinvolge anche gli altri: i suoi compagni di viaggio (allenatori, skiman e compagne di squadra) coi i quali vuole costruire armonia e condivisione.

Il sogno c’è e si chiama Cortina 2020: le finali di Coppa del mondo in casa sulle piste delle quali è diventata testimonial per i Mondiali del 2021. Sofia vorrebbe arrivare al gran finale pronta per  giocarsi qualcosa di importante, ma questo obiettivo va costruito giorno dopo giorno. Una gara alla volta e in una stagione senza Mondiali e senza Olimpiade  vuol dire farsi trovare pronta a dare il meglio ogni week end.

 

Si parte con lo slalom gigante di Soelden il 26 ottobre. E’ solo l’inizio. Una gara per testare la preparazione e rimettersi al lavoro per arrivare a fine novembre pronta per le sue gare: discesa e super G perché il gigante è bellissimo, ma le curve in velocità rimangono ancora il suo punto forte. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport