Sci, Coppa del Mondo: Brignone quarta nel gigante sulla pista Erta, Bassino settima

Sci
©Getty
brignone getty

Buoni i segnali che arrivano dal gigante femminile azzurro: sulla spettacolare pista Erta Federica Brignone conquista il quarto posto a pochi centesimi dal podio. Marta Bassino invece chiude settima. Vittoria alla svedese Hector davanti alla slovacca Vhlova e alla francese Worley

Quest'anno, nella quinta edizione del gigante donne sulla spettacolare pista Erta (la ripida che da Plan De Corones precipita sul paese ladino di San Vigilio di Marebbe), non ci sono stati podi per l'Italia, ma comunque un buon quarto posto in 2'04"20 per Federica Brignone che aveva vinto nel 2017 ed era stata seconda nell'edizione del 2018. L'azzurra si è comunque lasciata alle spalle la campionessa Usa, Mikaela Shiffrin, finita 5^ in 2'04"44. Poi, in classifica c'è anche Marta Bassino, 7^ in 2'042"62 e che sulla Erta era stata terza per ben tre volte. In una stagione per lei davvero strepitosa, nonostante un grave errore nella manche decisiva, ha vinto la svedese Sara Hector in 2'03"63 . Per lei è il quarto successo in carriera, il terzo stagionale, che le da' anche il primato nella classifica di disciplina con 462 punti. Seconda la slovacca Petra Vhlova in 2'03"78 e terza la francese Tessa Worley in 2'04"15

Brignone: "Finalmente ho fatto due manche solide"

leggi anche

Moioli nuova portabandiera: sostituisce la Goggia

"Ho finalmente disputato due manche solide, dopo che a Lienz avevo fatto una manche non buona e una seconda eccezionale, con il miglior tempo. L'aver disputato due manche buone è un'ottima notizia per il mio gigante. E' la quarta volta di fila che mi piazzo quarta nelle ultime gare per una questione di centesimi; mi piacerebbe finire sul podio ma, a questo punto, spero arrivi nel momento giusto", ha detto Federica Brignone. "Sono tranquilla, anche se oggi ho fatto un po' più fatica. In allenamento sto andando bene e mi sono allenata di più in gigante per ritrovare fluidità e sono contenta di come sta andando. Chiaramente devo tirar fuori in gara questa flluidità, anche se non è facile. Sono lì - ha invece detto Bassino -, anche se non al livello dell'anno scorso, però sto tornando e vedremo. Sono tranquilla dal punto di vista mentale, avrò ancora qualche giorno di allenamento prima di arrivare in Cina, però vedremo di fare il massimo come sempre. Alle Olimpiadi farò il gigante, il SuperG, la combinata, il team event e forse lo slalom: un bel programma".