Austria, valanga travolge 10 sciatori. Nessun disperso, 1 ferito grave e 3 lievi

Sci
valanga_austria

Nella notte tra il 25 e il 26 dicembre sono stati recuperati gli ultimi due sciatori travolti dalla valanga sulle piste di Lech Zurz in Austria. Il bilancio finale è dunque positivo: nessuna vittima e nessun disperso, 4 i feriti (di cui uno solo grave)

Si è chiusa con un bilancio di 10 persone coinvolte ma nessun disperso e nessuna vittima la disavventura della valanga che nella giornata di ieri aveva travolto e temporaneamente sepolto dieci sciatori sulle piste di Lech Zurz, nel Voralberg austriaco. Nella notte, infatti, i soccorritori impegnati nelle operazioni di ricerca sono riusciti a ritrovare le ultime due persone date per disperse, confermando il bilancio finale di un ferito grave, tre lievi e 6 illesi. I quattro feriti sono ricoverati nell’ospedale di Innsbruck, in Tirolo. "Secondo le ultime informazioni, possiamo concludere che non ci sono più dispersi", ha dichiarato la polizia locale.

Valanga in Austria, la dinamica dell'incidente

L’incidente è avvenuto attorno alle 15 del giorno di Natale nel comprensorio sciistico di Lech Zürz: la massa di neve caduta dalla parete rocciosa ha invaso la pista Balmen (la numero 134), investendo le persone che in quel momento stavano sciando. Osservando un video amatoriale di un testimone che stava filmando col proprio telefonino proprio nel momento dell’accaduto, la polizia aveva ipotizzato il coinvolgimento di una decina di persone, poi quelle effettivamente ritrovate. Un uomo è stato recuperato subito, altri due nella serata del 25 hanno comunicato alla Polizia di aver raggiunto i loro alloggi dopo aver scoperto di essere nell'elenco dei dispersi. Nei soccorsi e nelle ricerche sono state impegnate 200 persone, supportate da elicotteri. I soccorritori avevano messo in guardia questo fine settimana per l'elevato pericolo di valanghe in questa zona così come nel vicino Tirolo.