user
17 gennaio 2018

WWE, Sasha Banks a Sky: "Vincerò la prima rissa reale femminile"

print-icon
sas

La quattro volte campionessa femminile WWE cresciuta nel mito del leggendario Eddie Guerrero e cugina del famosissimo rapper Snoop Dogg vuole tornare a primeggiare nel mondo del wrestling nel primo grande appuntamento in pay per view del 2018

TUTTO SUL WRESTLING

Sasha, il prossimo 28 gennaio nell’evento Royal Rumble (in diretta all'1.00 di notte su Sky Primafila con in esclusiva il commento in italiano) si scriverà la storia. Si svolgerà infatti la prima Rissa Reale tutta al femminile che consentirà alla vincitrice di lottare per il titolo nell’evento più importante dell’anno, WrestleMania.

Come ti stai preparando?

"Non è facile predisporsi ad un match che non si è mai tenuto prima e che per le ragazze è del tutto inedito. Posso solo dirti che sto studiando tutti i Royal Rumble match maschili che si sono disputati in WWE dal 1988 ad oggi. Ore ed ore ad analizzare i filmati per cercare di carpire segreti e potenziali vantaggi che potrebbero permettermi di sbaragliare la concorrenza. Credo che spendere del tempo in questa direzione sia più importante che farlo in palestra ad irrobustire il fisico e a definire la forma a livello aerobico".

Se dovessi trionfare avresti la possibilità di tornare ad essere campionessa a WrestleMania. Tu sei riuscita a conquistare quella cintura nel luglio 2016 strappandola a Charlotte Flair. Come è mutata la tua vita da allora?

"Beh, è cambiata moltissimo. Innanzitutto dal punto di vista economico. Essere campionessa significa guadagnare di più. Siamo professionisti ed è inutile nascondersi dietro un dito. Il denaro conta e molto. Puoi permetterti una casa più grande, un’auto più lussuosa, puoi anche concederti qualche sfizio al quale prima invece dovevi rinunciare. Essere i numeri uno è indubbiamente meglio che non esserlo. Sei d’accordo con me?"

Come rappresentante della prima ora della rivoluzione femminile in atto da qualche anno in WWE credo che tu possa essere davvero molto orgogliosa per tutti i traguardi che voi ragazze avete raggiunto. In pochi mesi vi siete infatti cimentate in un Hell in a Cell, in un Money in the Bank e tu stessa hai addirittura lottato in Medio Oriente, cosa mai accaduta prima. Quale di questi obiettivi raggiunti ti rende più orgogliosa?

"Tutti! E non parlo a livello personale ma come rappresentante di un cambiamento che ha letteralmente stravolto il panorama del wrestling femminile mondiale. Credo che una delle chiavi più importanti del nostro successo sia stata quella di esserci rese conto di poter intrattenere il pubblico alla pari dei nostri colleghi maschi. Da NXT, lo show dedicato alle giovani promesse, passando da Raw e fino a Smackdown è davvero il caso di affermare che il futuro del wrestling WWE è indubbiamente donna!"

Dopo aver provato per qualche anno i ritmi del roster principale, la tua passione per il wrestling è la stessa di prima o giocoforza ora lo consideri solo un lavoro? Essendoti sposata qualche mese fa, hai mai pensato di appendere gli stivali al chiodo per dedicarti alla famiglia e ad una vita più normale?

"Fare parte della grande famiglia WWE per me non solo non è un peso ma addirittura è un orgoglio, un vero e proprio privilegio. Viaggiare e stare in giro per lunghi periodi non mi pesa particolarmente anche perché mio marito lavora per la federazione in qualità di disegnatore di costumi e ho la possibilità di stare spesso con lui".

Tornando in tema Royal Rumble match non potrai che concordare sul fatto che l’effetto sorpresa sia uno dei motivi di maggiore incertezza e aspettativa. Da settimane si parla di possibili ritorni eccellenti quali quello di grandi del passato come Trish Stratus o Lita o addirittura del debutto dell’ex campionessa dei pesi gallo UFC Ronda Rousey. Se potessi scegliere l’ultima avversaria da eliminare per vincere la battaglia, su chi cadrebbe la tua scelta e perché?

"Francamente ti posso dire che non ho alcuna preferenza su chi eliminare per ultima anche perché un conto sono le ipotesi e le suggestioni, un altro è la realtà. Non voglio sembrarti spocchiosa o apparire egoista ma credimi, l’unica cosa che mi interessa è vincere e sentire la mia musica risuonare per tutta l’arena al termine del match".

Non sei infastidita dal fatto che al momento siano altre le ragazze di cui si parla di più in WWE? Sei mesi fa eri al top di Raw e adesso invece sembri una delle tante. Cosa hai da dire al riguardo?

"Non riesco a capire se la domanda sia legittima o una mera provocazione ma non voglio assolutamente cadere nella tua trappola. Negli ultimi due anni nessuna ha vinto più di me in WWE. Solo Charlotte Flair può essermi paragonata. Quindi le chiacchere stanno a zero. Voglio tornare a far parlare di me con i fatti e vincendo il Royal Rumble Match questo non potrà che accadere!"

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' VISTI DI OGGI
I più visti di oggi