Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
28 dicembre 2016

Repesa: "Fischiate me, non i giocatori"

print-icon

Milano si prepara alla sfida di Eurolega contro i Lituani dello Zargilis Kaunas. Repesa carica i suoi: "L'unico modo per tornare a credere in noi stessi è vincere". Sulle critiche delle ultime settimane: "Non fanno bene, ma se proprio devono essere fatte che siano rivolte a me"

L’Olimpia Milano si prepara ad affrontare il Zalgiris Kaunas nell’ultima partita dell’anno solare in Eurolega. La squadra allenata da Repesa è reduce da 7 sconfitte consectuive in Europa (non vince dal 15 novembre contro il Laboral Kutxa Vitoria) e, nonostante l’ultimo posto in classifca condiviso con il Galatasaray, cerca il riscatto contro i lituani, anche se non sarà affatto semplice.

Le critiche – Repesa parla dei fischi piovuti dagli spalti nella gara casalinga contro il Panathinaikos e dell’ultima sconfitta rimediata in campionato contro Reggio Emilia: “Chiedo ai nostri tifosi un po' più di serenità. Stiamo attraversando un periodo difficile e la critica è opportuna nel caso in cui ci sia un approcio sbagliato da parte della squadra. Non la condivido, invece, quando si riferisce a una scelta errata in campo o a un tiro sbagliato. Se qualcuno deve essere criticato, voglio che sia io il bersaglio e non i miei giocatori. Il responsabile, per come gioca la squadra, sono io. In questo momento non ha alcun senso puntare il dito contro l'allenatore, i dirigenti o i giocatori. Dobbiamo solo restare uniti e provare a uscire da questo momento il prima possibile".

La medicina – L'allenatore di Milano analizza la serie negativa di sconfitte: “Abbiamo perso molte partite, siamo sfiduciati. Anche nell'ultima gara di campionato persa contro Reggio Emilia si è visto il momento no e non sono bastati due time out in due minuti per fermare l’inerzia della squadra emiliana. In questo momento delicato non riusciamo a fare le cose più semplici, a ripartire in contropiede o a fermare canestri facili. Dobbiamo assolutamente ritrovare la fiducia in noi stessi e nel nostro lavoro attraverso le vittorie".

Il momento difficile di Milano

L'avversario in Eurolega -  Infine l'allenatore croato parla dei prossimi avversari in Europa: "Dovremo essere concentrati e avere fiducia. Non c'è stato molto tempo per preparare bene la partita. Daremo il massimo per tornare finalmente alla vittoria. I lituani sono primi nella speciale classifica di falli commessi in Eurolega, sono aggressivi, pressano a tutto campo per rubare la palla e giocano con tanta energia. Inoltre sono bravi nei rimbalzi in attacco (secondi in Europa) e hanno tutti una grande ferocia agonistica nel prendere il rimbalzo. Sono avversari di tutto rispetto, dobbiamo stare attenti perchè corrono bene, sono una squadra profonda e con talento".

Gli avversari di Milano in Eurolega