Basket, Serie A: Avellino-Reggio Emilia 66-62

Basket
Avellino ha battuto la Pallacanestro Reggiana nel Monday Night della prima giornata di A (Ciamillo-Castoria)
avellino_Reggio_ciamillo

La squadra di Sacripanti parte con il piede giusto, battendo la Reggiana nel Monday Night della prima giornata di campionato. Decisivi i 18 punti di Rich e i 14 di Wells. Emiliani che pagano il 25% dalla lunga distanza

RISULTATI E CLASSIFICA

Avellino festeggia nel migliore dei mondo il 18^ anno nel massimo campionato battendo 66-62 Reggio Emilia nel Monday Night della prima giornata di Serie A. In un PalaDelMauro esaurito e come al solito davvero molto caldo, la squadra di Sacripanti ha costruito il successo nei due quarti di mezzo, dove ha concesso la miseria di 24 punti a una macchina da canestri come la Reggiana, tenuta a un misero 22/63 dal campo (con un pessimo 25% da tre punti). A fare la differenza ci hanno pensato un Rich da 18 punti (8/10 ai liberi, compresi due pesantissimi nel finale) e un Wells da 14 punti e 6 falli subiti. Per la squadra di Menetti, inutile la doppia doppia da 12+10 di Reynolds e la doppia cifra (con 8 falli subiti) di un Della Valle da 0/5 da dietro l'arco.  

Il racconto del match

Reggio Emilia parte a razzo (12-4 al 4') con Cervi protagonista con 6 punti e 2/3 dal campo. Rich e Zerini (14 punti) sono gli unici a fare canestro per Avellino (1/7 da tre), mentre la Reggiana, nonostante un 4/6 dalla lunga,  cala un po' nelle percentuali con le seconde linee in campo e arriva a fine quarto avanti 22-18. Gli attacchi si inceppano a inizio terzo periodo, con la seconda tripla irpina a firma D'Ercole che permette alla squadra di Sacripanti di accorciare 26-23 al 15'. I padroni di casa trovano qualche punto anche da Scrubb e Wells, mentre la squadra di Menetti non ci prende mai, andando anche sotto a rimbalzo (18-13 al 20'): Avellino mette la freccia nel finale di quarto e va al riposo sul +2 (32-30). Nella ripresa, Cervi va presto in doppia cifra, mentre dall'altra parte Rich finisce in panchina per 3 falli. La Scandone però trova energia e punti con Wells (14 punti con 2/2 da tre) e Fitipaldo (9 punti e 2 rimbalzi), provando la prima fuga del match al 25' sul 48-37 e costringendo Menetti al time-out. Della Valle prova a mettersi in partita con un paio di liberi, ma la serata al tiro dell'azzurro è da dimenticare (0/5 nei primi 20' di impiego); ci pensa così Di Vico con la sua prima tripla del campionato a ridare speranze agli emiliani, che arrivano all'ultimo mini riposo sotto 55-46. Filloy non è ancora pronto per dirigere l'orchestra di Sacripanti, così l'azzurro protagonista a Euro 2017 fa il lavoro sporco in attacco (0/5 dal campo ma anche 5 rimbalzi e 2 assist), aggiungendoci la solita 'garra' in difesa. Il quarto periodo si apre con un paio di minuti di black-out offensivo da entrambe le parti, con Sanè (9 punti e 9 rimbalzi) che si conferma un importante pedina sotto i tabelloni e Della Valle che finalmente si sblocca con tre canestri dal campo, riportando la Reggiana a -3 (59-56) al 38'. Avellino, ferma ad appena 4 punti nei primi 8' del periodo, trova ossigeno puro in un paio di liberi di Leunen, ma quando Reynolds schiaccia il pallone del -1 a 60'' dalla fine, è tutto da rifare. Wells segna il suo primo tiro da due del match nel momento più importante, Reynolds è croce e delizia della rimonta emiliana (1/2 dal campo negli ultimi 30''): ci pensano così Rich e Leunen a chiudere i conti dalla lunetta per il 66-62 finale, che regala ad Avellino la prima (sofferta) vittoria di questo 2017-18. 

Avellino: Rich 18 punti, Wells 14, Fitipaldo 9
Reggio Emilia: Reynolds 12 punti, Della Valle e Cervi 10 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche