Qualificazioni Eurobasket donne 2019: Italia tutto cuore, Macedonia battuta 61-52

Basket

Claudio Barbieri

Giorgia Sottana protagonista in Macedonia (Ansa)
sottana-ansa

Nonostante una pessima serata al tiro dalla lunga, le azzurre di coach Crespi battono a Skopje la Macedonia nella prima gara che porta ai prossimi Europei. Super esordio di Andre, in doppia-doppia, mentre Zandalasini è andata a referto con 8 punti e 7 assist, pagando un pessimo 0/6 da tre

Comincia con il piede giusto la corsa della Nazionale femminile verso l’EuroBasket Women 2019. Le azzurre hanno bagnato l'esordio del ct Marco Crespi con una vittoria fondamentale a Skopje contro la Macedonia, battuta 61-52. Partita complicata, resa tale dalle percentuali pessime dalla lunga distanza (15%, con uno 0/12 combinato di Zandalasini-Sottana), ma vinta grazie al solito carattere e alla consueta magistrale prova in difesa. La prima vittoria nel girone H porta in dote anche il meraviglioso debutto di Andre, 19 anni, che ha chiuso la sua prima gara in Nazionale con una doppia-doppia da 10 punti e 12 rimbalzi, a cui ha aggiunto 4 stoppate per un impressionante 23 di valutazione. Serata storta per Cecilia Zandalasini, poco precisa al tiro (8 punti ma 4/11 dal campo), brava però a far giocare la squadra con i suoi 7 assist. Bene anche la panchinara di lusso Giorgia Sottana (11 punti e un paio di canestri fondamentali nel finale) e Sabrina Cinili, all-around con i suoi 12 punti e 6 rimbalzi a referto. Inutili per la Macedonia i 22 punti dell'americana Givens. Le azzurre tornano in campo mercoledì sera a San Martino di Lupari contro la Croazia (diretta Sky Sport 2 HD) per calare il bis e lanciarsi verso il primo posto del girone che garantirebbe il pass per Eurobasket 2019. 

Andre-Cinili-Sottana: l'Italia c'è

Zandalasini segna il primo canestro del match, ma la numero 9 è l'osservata speciale della difesa macedone, che spesso la raddoppia costringendola agli scarichi. La squadra di coach Crespi fatica ad entrare in partita e le padrone di casa scappano 8-2, ma con Cinili (5 punti) e Sottana l'inerzia del match si ribalta fino all'11-10 dell'8'. Cecilia è brava a non forzare (appena tre tiri nel primo periodo), distribuendo 4 assist da favola che consentono alle azzurre di allungare a fine primo quarto fino al 19-14. Andre si scrolla di dosso l'emozione del debutto in Nazionale all'inizio del secondo periodo grazie a rimbalzi, stoppate e al primo canestro della sua carriera in azzurro, assistita ovviamente dalla solita Zanda in versione Chris Paul, che manda l'Italia sul massimo vantaggio (23-15 al 14'). Il centro numero 33 sembra un gigante in mezzo ai bambini (6 punti e 7 rimbalzi nel solo secondo quarto, di cui 4 in attacco, doppia doppia al 25'), mentre Zandalasini si sblocca anche con un paio di canestri importanti, consentendo alla sua squadra di andare al riposo a distanza di sicurezza (33-25 al 20'), il tutto nonostante un pessimo 2/13 dall'arco. Nella ripresa le due squadre escono ghiacciate dagli spogliatoi, con le padrone di casa che restano a secco per oltre 4' (28% dal campo) e l'Italia che non fa molto meglio; coach Crespi richiama in panchina a schiarirsi le idee una Zandalasini da 0/6 da oltre i 6.75 ed è costretto a chiamare time-out quando la Macedonia si avvicina sul 35-30 al 25' grazie a 5 punti consecutivi di Kmetovska. La difesa trascinata da Crippa è il marchio di fabbrica di questa squadra e lo dimostra limitando Givens (5 palle perse) e ritrovando confidenza in attacco, ancora grazie agli innesti dalla panca di Sottana e di una positiva Cinili, che con due canestri di fila ridà ossigeno alle azzurre (44-38 al 30'). Zandalasini rientra in campo fresca e riposata, piazzando il canestro del +11 (52-41 al 33'), ma commettendo subito dopo il quarto fallo personale, che la toglie nuovamente dal match. La Macedonia, trascinata da Givens (22 punti), gioca sulle statistiche azzurre, che parlano di un terrificante 10% da tre e si schiera a zona, accorciando pericolosamente le distanze sul 52-47 al 37'. Le padrone di casa tornano a -4 nell'ultimo minuto, ma è Cinili a vestirsi da Zandalasini con il canestro che di fatto chiude la pratica, sino al 61-52 finale, che consegna il primo successo in questa road to Eurobasket 2019. 

Il calendario del girone H

15 novembre 2017 - Italia-Croazia (San Martino di Lupari, diretta Sky Sport 2 HD alle 20.30); Svezia-Macedonia
10 febbraio 2018 - Svezia-Italia; Macedonia-Croazia
14 febbraio 2018 - Italia-Macedonia; Svezia-Croazia
17 novembre 2018 - Croazia-Italia; Macedonia-Svezia
21 novembre 2018 - Italia-Svezia; Croazia-Macedonia

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche