Basket, 10^ giornata Serie A: Brescia cade con Sassari, Torino batte Milano e aggancia le seconde

Basket
Fiat Torino (Lapresse)
torinobasket_lapresse

Nella decima giornata di Serie A arriva il primo ko per la capolista Brescia. Sassari passa al PalaGeorge, ma le inseguitrici non ne approfittano. Avellino cade con Cremona e Venezia con Reggio Emilia. Torino batte l'Olimpia e aggancia il terzetto a 14 punti

BASKET, SERIE A:

CREMONA TORNA A VINCERE, AVELLINO BATTUTA 86-73 - IL TABELLINO

BRESCIA SI FERMA ALLA DECIMA: SASSARI PASSA 79-78 - IL TABELLINO

TORINO BATTE MILANO 71-59 E AGGANCIA LE SECONDE - IL TABELLINO

VENEZIA PERDE IN CASA 66-68 CONTRO REGGIO EMILIA - IL TABELLINO

Non riesce a Brescia la decima meraviglia. La capolista infatti, dopo nove vittorie consecutive cade per la prima volta in campionato battuta in casa da Sassari 78-79 dopo una partita dalle mille emozioni: nel primo quarto Jones dalla parte sarda e Landry da quella lombarda giocano una partita nella partita, la sfida poi si inverte nel secondo con Bamforth che tiene avanti la Dinamo e Hunt che ricuce regolarmente lo strappo. Brescia sembra prendere il largo nella ripresa con la connection tra Luca e Michele Vitali che dà ai padroni della classifica 9 punti di vantaggio, ma non è finita. Bamforth prima e Atcher poi firmano la parità per Sassari quando manca un solo minuto, dall’altra Luca Vitali rimette tutto in discussione ma a decidere è Bamforth dalla lunetta: segna il primo e sbaglia di proposito il secondo. Brescia non riesce a concretizzare l’ultima azione e Sassari espugna il Palageorge.

Sassari Basket (Lapresse)
Sassari Basket (Lapresse)

Non approfittano dello scivolone della capolista però le tre inseguitrici: Venezia perde in casa con Reggio Emilia senza Della Valle per 66-68 con le due squadre che si dividono i primi due quarti con Haynes e Reynolds protagonisti. Si arriva anche qui alla volata finale con Reggio a +7 dopo un canestro di Markoishvili, ma i campioni d’Italia reagiscono: prima Peric e poi Orelik, con due triple, ribaltano la situazione con Haynes che firma il sorpasso. Il jolly però è quello reggiano pescato da De Vico, la sua tripla vale il +1 che diventa +2 con il libero di White che sbaglia il secondo e anche in questo caso il tiro della disperazione non va a segno. Meno drammatico il finale tra Cremona e Avellino perché la partita si decide tutta nel terzo quarto coi lombardi che costruiscono il parziale di 22-11 che decide la sfida. Diener suona la carica, a lui si unisce Fontecchio, 15 punti alla sua prima uscita stagionale con Cremona dopo aver lasciato Milano, e il suggello lo mette Johnson-Odom con 11 punti consecutivi e Avellino è costretta a cedere 86-73.

Netta anche la sconfitta di Milano a Torino: il parziale decisivo arriva nel terzo quarto nel quale l’Olimpia segna solo 8 punti contro i 20 dei padroni di casa che, dopo aver trovato il ritmo con Patterson e aver rintuzzato il ritorno milanese dettato dai Tarczewski e Jerrells, scatena vicino a canestro Mbakwe che chiude virtualmente la partita nonostante il tentativo finale di Milano per rientrare. Il 71-59 finale vale per Torino addirittura l’aggancio al trio delle inseguitrici.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche