Serie A basket, vittorie esterne di Venezia e Milano. Avellino affonda Pistoia, Varese ok a Brescia

Basket

Pietro Colnago

umana_venezia_twitter

Le prime della classe vincono nella 19^ giornata: l'Olimpia in rimonta a Brindisi, la Reyer campione d'Italia di misura a Cremona. Avellino chiude addirittura sul +30. Vittorie lontano da casa per Torino a Pesaro e per Reggio Emilia sul campo di Capo d'Orlando

RISULTATI E CLASSIFICA DELLA SERIE A DI BASKET

Quarta di ritorno, ultima prima della sosta per le Final Eight di Coppa Italia e gli impegni della nazionale e classifica che, ancora una volta, cambia la sua faccia, almeno in testa, perché le quattro reginette della vigilia sono rimaste in tre. A cominciare la serata in maniera positiva sono state Venezia e Milano, entrambe in trasferta. I campioni d’Italia in carica battono Cremona 83-85 in una partita sofferta fino alla fine. Primi tre quarti in equilibrio con i lombardi che mettono in vetrina il solito Johnson Odom e i veneziani che si affidano alla precisione di Bramos, poi la volata a finale: alla tripla di Haynes che vale il +3 Reyer risponde Drake Diener per il pareggio cremonese, poi il duello si sposta vicino a canestro: Watts da una parte e Sims dall’altra tengono la partita in equilibrio fino a quando la roulette dei tiri liberi premia Venezia che però corre l’ultimo pericolo con la tripla fuori bersaglio di Diener.

Vita più facile per Milano che a Brindisi decide le sorti dell’incontro con un parziale di 25-7 tra terzo e quarto quarto,  liberando tutto il talento offensivo di Theodore, Goudelock e Micov, tutti in doppia cifra,  e subendo solo la serata positiva al tiro di Mesicek per il 72-84 finale. Più tardi a raggiungerle in vetta alla classifica arriva anche Avellino. La Sidigas archivia la partica Pistoia nel primo tempo, chiuso sul 51-35 con Fesenko assoluto dominatore dei tabelloni, per poi controllare agevolmente fino alla fine mettendo a referto tutti e 12 i giocatori per il 101-71 finale e ben 14 schiacciate di squadra. Ad abbandonare il gruppo di testa è Brescia che nel posticipo perde il derby lombardo con Varese 100-72 in una partita che praticamente l’ha vista arrancare fin dai primi minuti, colpita al cuore dal primo break di 14-2 varesino firmato da un indemoniato Avramovic e poi definitivamente affossata dal secondo con Okoye protagonista e le squadre che vanno negli spogliatoi all’intervallo sul 63-39, gestendo poi il vantaggio nella ripresa.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche