Basket, Final Eight: il tabellone dei quarti, Olimpia Milano favorita

basket

Pietro Colnago

olimpia_milano_twitter

Le otto società qualificate al termine del girone d’andata arrivano all'appuntamento del Forum con ambizioni diverse. L'Olimpia è favorita, ma come sempre aspettiamoci sorprese. Analizziamo tutte le squadre impegnate e i rispettivi scontri nei quarti

Ultima fatica di campionato prima della pausa per le Final 8 di Coppa Italia, dove le otto invitate arrivano con stati d’animo diversi.

Milano-Reggio Emilia

I quarti cominciano con Milano-Reggio Emilia. L’Olimpia ha riposato nell’ultimo turno ed è, come sempre, la favorita dall’alto della sua classifica: la profondità del roster, nonostante le incertezze sulle presenze di Micov e Rodriguez, non si discute con la coppia Delaney-Punter a fare da terminali offensivi e Datome da tiratore designato sul perimetro. Reggio, sconfitta nel derby con la Virtus, ha invece identità italiana con Candi e Baldi Rossi che rappresentano sicurezze importanti.

Virtus Bologna-Venezia

Virtus Bologna-Venezia è sulla carta il quarto più intrigante: la Virtus, quasi sicuramente senza Belinelli, ha la coppia di piccoli più spettacolare e redditizia del campionato: Teodosic e Markovic sono in grado di fare la differenza in ogni momento, sorretta anche dal lavoro e dall’atletismo dei suoi lunghi. E a proposito di lunghi Venezia, alla sua sesta vittoria consecutiva, si appoggia sulla fisicità e la tecnica di Watt, uno dei migliori del campionato, e sulle mani d’oro di Daye per cui non ci sono distanze impossibili per mettere il suo tiro.

Sassari-Pesaro

Dall’altra parte del tabellone Sassari si presenta a Milano con una striscia di 7 vittorie consecutive: Bilan, il miglior centro del campionato per valutazione e rendimento, è il totem attorno al quale danza la pattuglia degli italiani, sopra tutti Spissu e Gentile. Di fronte l’altra sorpresa di queste Final 8: Pesaro, squadra di sistema se ce n’è una, la cui spina dorsale formata da Cain (produttivo in area) e Robinson (playmaker con licenza di colpire) sorregge tiratori pericolosissimi come Filloy e il veterano Delfino.

Brindisi-Trieste

A chiudere Brindisi-Trieste: coach Vitucci ha il gruppo di stranieri più impiegato del campionato, con Thompson re degli assist e gli italiani Gaspardo e Udom spesso protagonisti. Infine Trieste cenerentola della manifestazione: al di là delle estemporaneità balistiche di Doyle, la squadra di Dal Masson dipende dal rendimento del gruppo degli italiani, a cominciare dal Juan “Lobito” Fernandez, per continuare con il sorprendente Alviti e il vivace Laquintana e per concludere con il veterano Cavaliero. Quattro giorni di spettacolo a cominciare da giovedì, con la Coppa che verrà sollevata domenica.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.