user
12 maggio 2018

Romania, proteste in campo per un fallo: la reazione dell'arbitro è virale

print-icon

Episodio curioso nel corso della semifinale di Coppa di Romania tra Gaz Metan e Hermannstadt, dove il direttore di gara non ha gradito le proteste del giocatore ospite per il fallo fischiato e lo ha 'rimproverato' spruzzandogli lo spray in faccia. Tutto alla fine si è risolto con un sorriso

EREDIVISIE, FOOR FA CADERE L'ARBITRO E LO AMMONISCE: IL VIDEO

In Romania è ancora da assegnare la Coppa nazionale. L'ultimo atto della competizione opporrà il Craiova e l'Hermannstadt, quest'ultima protagonista di una straordinario cammino fin qui essendo una squadra di seconda categoria. I ragazzi di Pelici sono infatti riusciti a eliminare il Gaz Metan, a sua volta autore di un campionato disastroso in Liga 1 e terminato al penultimo posto che ha causato la retrocessione. Dopo la partita d'andata, vinta per 1-0, l'Hermannstadt ha fatto il colpaccio anche in trasferta, sbancando lo Stadionul Mediaș per 3-2. Successo arrivato nonostante lo spavento iniziale e lo svantaggio firmato dopo appena sei giri di orologio da Popovici. Gli ospiti però hanno saputo reagire alla grande confezionando, nel giro di venti minuti, la rimonta e il parziale 3-1 grazie ai sigilli di Blanaru e Petrescu e all'autogol di Sirghi. Al 78' il Gaz Metan, con la rete di Caiado, ha provato a riaprire il discorso qualificazione ma non è bastato a cambiare le sorti dell'incontro. L'episodio più curioso del match è arrivato però su un semplice contrasto di gioco quando l'arbitro István Kovács ha deciso di fischiare un fallo dubbio contro l'Hermannstadt. Il giocatore autore dell'intervento falloso, l'attaccante esterno Ionut Stoica, non ha gradito la decisione e ha leggermente protestato, ma le sue lamentele non sono piaciute al direttore di gara che, con la bomboletta usata per stabilire il punto di battuta, ha spruzzato lo spray in faccia al giocatore. Il gesto non ha causato scintille in campo, anzi, il giocatore ha reagito con un sorriso alla 'punizione' inflittagli dal fischietto rumeno.

La vera festa per Stoica e compagni è poi arrivata al fischio finale che ha sancito il ritorno in finale di Coppa di Romania di una squadra di seconda divisione dopo 36 anni dall'ultima volta. Nel 1981-82 infatti il Baia Mare, formazione di Liga 2 rumena, arrivò a battersi fino all'ultimo con la Dinamo, perdendo alla fine 3-2. La sfida che vedrà sfidarsi Hermannstadt e Craiova alla National Arena il prossimo 26 maggio sarà la 15^  nella storia della Coppa rumena in cui sarà coinvolta una formazione di livello minore, due delle quali addirittura reduci dalla terza massima divisione: in soli tre di questi precedenti la sfavorita è riuscita a prevalere sull'avversario, l'ultima volta delle quali nel 1974-75, in cui proprio il Craiova fu battuto dal Rapid.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi