06 ottobre 2017

Bayern Monaco, Jupp Heynckes torna in panchina: è ufficiale

print-icon
heynckes_getty

Jupp Heynckes è ufficialmente il successore di Ancelotti sulla panchina del Bayern Monaco (Getty)

Dopo le indiscrezioni dei giorni scorsi è arrivato l'annuncio del club bavarese: l'allenatore tedesco sarà alla guida della squadra fino al termine della stagione. Prende il posto dell'esonerato Carlo Ancelotti

Una voce che in Germania aveva iniziato a circolare nei giorni scorsi, ora l'annuncio ufficiale del club tedesco ha tolto ogni dubbio. Jupp Heynckes torna s a sedersi sulla panchina del Bayern Monaco e guiderà la squadra fino al termine della stagione. E' dunque questa la decisione della società bavarese, che dopo aver deciso di esonerare Carlo Ancelotti si era presa qualche giorno di tempo per riflettere affidando l'incarico momentaneamente a Willy Sagnol. Un annuncio sui propri canali social e sul sito ufficiale per confermare quanto annunciato dalla stampa nei giorni scorsi, l'allenatore torna sulla panchina che aveva lasciato nel 2013 dopo aver vinto il triplete. Adesso è ufficiale.

"Un atto di amicizia"

Nelle scorse ore l'allenatore tedesco aveva confermato i contatti con il club e la richiesta dei vertici bavaresi di farlo tornare in panchina (nonostante lo stesso Heynckes avesse promesso alla moglie che non avrebbe mai più allenato alcuna squadra). "Nonostante l’età, mi sento in buona forma ma sono passati quattro anni da quando ho lasciato il Bayern, il calcio è cambiato da allora e continua a cambiare. Con il Bayern abbiamo discusso di molte cose e posso dire che in questo momento sto riflettendo. Ma non c’è ancora nulla di definito", aveva detto. Poco prima dell'annuncio, poi, lo stesso allenatore aveva voluto spiegare la sua decisione, togliendo così ogni dubbio: "Il mio non è un ritorno, è un atto di amicizia. Il Bayern è nel mio cuore; ho buone sensazioni e posso iniziare a lavorare anche ora". Detto, fatto.

In panchina fino a fine stagione

Il compito di Heynckes sarà dunque quello di fare ordine in una formazione che sembra in difficoltà, come dimostra anche il pareggio subito in rimonta nell'ultima gara giocata in Bundesliga nonostante il cambio in panchina. Obiettivi importanti da centrare per il finale di stagione affidati a chi di vittorie a Monaco se ne intende. Una certezza che ritorna dal passato, in attesa di capire a chi affidare il progetto futuro del club. Fino al giugno 2018 il Bayern Monaco torna nelle mani di Jupp Keynckes - che è già stato salutato via social anche dai suoi vecchi/nuovi giocatori. E' lui il successore di Carlo Ancelotti.

I PIU' VISTI DI OGGI