Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
06 gennaio 2019

Ribery e la bistecca d’oro: arriva la multa del Bayern Monaco dopo gli insulti sui social

print-icon

Il club bavarese ha deciso di multare Ribery, protagonista in negativo di insulti sui social contro alcuni utenti che lo avevano accusato per un video in cui mangia una bistecca placcata d’oro in un ristorante degli Emirati Arabi. “Capiamo che voleva difendere la sua famiglia, ma non possiamo accettare le sue parole”, ha detto il ds del Bayern Salihamidzic

BAYERN, RIBERY E ROBBEN VIA A FINE STAGIONE

FUORI SERVIZIO: LE VACANZE DELLA SERIE A

L’anno nuovo non è iniziato nella maniera migliore per Franck Ribery. L’attaccante francese è finito al centro delle polemiche per aver pubblicato sui propri profili social un video che lo ritrae impegnato a mangiare una bistecca placcata d’oro in un ristorante degli Emirati Arabi, nel quale era presente anche lo chef-star del web Salt Bae. “Non si può cominciare l’anno in maniera migliore”, la didascalia utilizzata curiosamente da Ribery, che si sarà certamente ricreduto: il calciatore del Bayern Monaco, infatti, è stato oggetto di critiche da parte di diversi utenti e ha pensato bene di rispondere per le rime con parole durissime. “Siete nati da un buco nel preservativo, andare a fare in c***”, le offese rivolte da Ribery nei confronti di “odiatori, invidiosi e pseudo-giornalisti”. Poi frasi anche contro le mogli, le madri e le nonne dei detrattori. Decisamente troppo per il Bayern Monaco, che ha deciso di multare il giocatore.

La replica del Bayern

La società bavarese, infatti, ha da una parte giustificato la reazione per molti sproporzionata dell’attaccante francese, ma non ha potuto accettare l’accaduto. Per questo il club ha deciso di procedere con una multa salata contro il giocatore, come spiegato dal direttore sportivo Salihamidzic. “Gli insulti ricevuti da Franck sono stati orrendi e non sono stati rivolti soltanto a lui – ha spiegato il dirigente -, ma hanno colpito anche la moglie incinta, i figli e la madre che si trova in ospedale. Lui ha reagito male per questo motivo, voleva difendere la sua famiglia. Su questo punto ha ragione e ha il mio sostegno. Ma purtroppo ha utilizzato parole che noi, come Bayern Monaco, non possiamo accettare. Riceverà una multa salata e gliel’ho già comunicato. Il giocatore ha accettato la nostra decisione”. Il club inoltre ha fatto sapere che Ribery non ha pagato la cena di tasca propria (circa 1200 euro, ndr) ma è stato invitato.

I precedenti

Quella per gli insulti sui social è soltanto l’ultima bufera che ha investito Ribery, non nuovo ad atteggiamenti particolarmente sopra le righe. Nel mese di novembre 2018, infatti, il francese aveva aggredito con un pugno un giornalista di BeIN Sports, reo – a suo modo di vedere – di avergli indebitamente attribuito la colpa di due dei tre gol subiti dal suo Bayern Monaco nella gara di campionato persa contro il Borussia Dortmund. Nella scorsa stagione, invece, Ribery riuscì ad avere contrasti anche con Carlo Ancelotti, amato dalla maggior parte dei suoi calciatori: al momento della sostituzione nella gara contro l’Anderlecht, l’attaccante lancio la sua maglia contro l’allenatore. Diversi episodi discutibili anche nel 2016, dalla gomitata in faccia a Passlack in Supercoppa tedesca al colpo proibito a Muller dell’Amburgo in campionato, passando per il dito nell’occhio infilato a Castro nella finale di Coppa di Germania. Adesso l’ultimo episodio.
 

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi