Neymar è in Brasile, il medico della Seleçao: "La frattura è grave, sarà fuori tre mesi"

Calcio

Il medico della Nazionale brasiliana Rodrigo Lasmar, che opererà sabato l'attaccante brasiliano, ha fatto il punto sul suo infortunio: "Fratture come queste vengono di solito sottovalutate anche se l'entità è di un certo spessore. La data di recupero? Due, tre mesi"

AL KHELAIFI: "OPERAZIONE? NON C'ERA SCELTA"

NEYMAR, SI È DECISO PER L'INTERVENTO

Sabato l’operazione, tre mesi per tornare in campo. Dopo la distorsione alla caviglia destra e la microfrattura al quinto metatarso del piede, Neymar sarà costretto a lasciare il Psg nel momento cruciale della stagione. Nonostante i tifosi si disperino perché fra pochi giorni c'è una rimonta Champions sul Real Madrid da fare. L’attaccante brasiliano è arrivato in Brasile, all’aeroporto Tom Jobim di Rio de Janeiro, accompagnato dal medico della Seleçao Rodrigo Lasmar. In carrozzina, di umore di certo non eccellente, Neymar sarà trasferito poi a Belo Horizonte dove sarà operato all’ospedale Mater Dei. Lo specialista Lasmar, che dovrebbe operarlo, in un’intervista a "O'Globo" ha fatto il punto della situazione: “Operare il calciatore solo per ridurre l’entità dell’infortunio potrebbe essere rischioso. Fratture come queste, normalmente, vengono sottovalutate, mentre la loro entità è di un certo spessore". La data di rientro? "Due mesi e mezzo, tre. Penso che Neymar tornerà in forma per fine maggio". Mentre i tifosi del Psg dovranno provare a rimontare lo stesso il Real Madrid, il Mondiale in Russia per il brasiliano non dovrebbe essere invece in dubbio considerando che l’esordio per la Seleçao è fissato per il 17 giugno contro la Svizzera.


 

I più letti di calcio