Ha scoperto diamanti grezzi, recuperato "scarti" di altri grandi club, trasformato promesse in campioni. Gli "incompresi" (in Italia) Vieira, Bergkamp e Henry sono solo alcuni esempi di giocatori valorizzati dal lavoro di Wenger