Nations League, in Danimarca è scontro tra giocatori e Federazione: a rischio alcune partite

Calcio
danimarca_getty

Scontro tra il sindacato che difende i giocatori e la Federazione: si discute dui contratti di sponsorizzazione. A rischio le prime due partite di Nations League contro Slovacchia e Galles, e le sanzioni potrebbero anche diventare più pesanti

UEFA NATIONS LEAGUE: COS'È E COME FUNZIONA

ITALIA, I CONVOCATI DI MANCINI PER LE PRIME DUE DI NATIONS LEAGUE

A pochi giorni dal fischio iniziale della nuovissima Nations League, è caos in Danimarca. In corso c’è, infatti, un aspro scontro - tema caldo è quello dei contratti di sponsorizzazione - tra il sindacato che difende i calciatori della nazionale e la Dansk Boldspil-Union, Federazione del paese scandinavo. Le trattative tra le parti si sono bruscamente interrotte nella giornata del 31 agosto, per una diatriba riguardante un nuovo accordo commerciale per i giocatori convocati nei mesi scorsi e per quelli che lo saranno in futuro, in particolare per coloro che giocano all’estero, e ancora la situazione in queste ore non si è sbloccata. Secondo quanto riportato dal Mundo Deportivo, la Federazione avrebbe addirittura già annunciato la rinuncia al torneo per le partite contro Slovacchia e Galles. Il mancato accordo tra le parti avrebbe anche portato i giocatori ad abbandonare il ritiro e tornare a casa. E non è tutto: ora infatti la nazionale danese rischia di ritrovarsi anche senza Commissario Tecnico, visto che, secondo quanto riferito dalla BBC, Haraide e il suo vice Tomasson hanno lasciato il raduno. Ora la Danimarca rischia pesanti sanzioni, compresa una clamorosa esclusione da tutte le altre manifestazioni UEFA.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche