Portogallo, Jackson Martinez è tornato: gol dopo 820 giorni e… infortunio

Calcio

A distanza di oltre due anni dall'ultima rete segnata, l'ex bomber del Porto è tornato al gol con la maglia del Portimonense dove è arrivato in prestito dal Guangzhou Evergrande. L'inizio della rinascita per il 32enne colombiano? Non proprio: contro il Tondela ha rimediato un infortunio alla caviglia sinistra e salterà la sfida con gli amati Dragões

JACKSON MARTINEZ RIPARTE DAL PORTIMONENSE

CALCIOMERCATO, MARTINEZ TORNA IN EUROPA

Diciamolo pure, di lui avevamo perso le tracce. Dove era finito lo scatenato centravanti del Porto che aveva fatto impazzire tutta Europa? Ben 92 gol in 136 partite ufficiali con i Dragões per Jackson Martinez, bomber colombiano oggetto dell’ennesima ricca plusvalenza della società portoghese: pagato 9 milioni di euro dai messicani del Jaguares nel 2012, il 32enne originario di Quibdó era stato ceduto all’Atletico Madrid per 37 milioni inaugurando la sua caduta libera. Troppo poche le 3 reti in 22 gare agli ordini di Simeone, rendimento che suggerisce l’immediato addio verso la Cina. Ci scommette il Guangzhou Evergrande a suon di milioni (42) e con uno stipendio altrettanto invitante (12,5 milioni annui), ma a complicare i piani provvede la fragile caviglia sinistra. Il risultato? Solo 4 centri nel biennio in Oriente, quanto basta per tornare dove si era espresso al massimo: ecco quindi che il Portimonense lo accoglie in prestito per una stagione nell’Algarve, l’ideale per ritrovare smalto e naturalmente reti.

Effettivamente l’aria del Portogallo ha giovato eccome a Jackson Martinez a segno due volte in 8 gare ufficiali: il colombiano ha realizzato il provvisorio 1-0 contro il Belenenses (1-1 al fischio finale) e un’altra rete alla mezz’ora ai danni del Tondela. Niente male per chi era a digiuno di gol da oltre due anni, 820 giorni a secco per la precisione dall’ultima gioia in Cina: l’inizio della rinascita per il ritrovato Jackson, penserete. Ebbene, proprio nella sfida al Portimão Estádio contro il Tondela la caviglia dell’ex Porto ha riacutizzato vecchi problemi: infortunio e sostituzione d’obbligo al minuto 71, ko che non ha pregiudicato il successo dei bianconeri dal rassicurante 11° posto in campionato. Peccato che lo stop forzato a causa della caviglia, acciacco dal breve recupero ma che ha minato l’intera avventura cinese, gli impedirà di scendere in campo nel prossimo turno al do Dragão. Già, proprio la casa del Porto dove è diventato bomber in Europa e dove avrebbe voluto chiudere un cerchio davvero maledetto.

I più letti di calcio