Bari, si rivede piazza Franco Brienza: la dedica speciale di un tifoso per il primo gol del numero 10 in Serie D

Calcio

A due mesi dalla prima volta, ricompare la targa con dedica per il capitano e numero 10 della squadra di Cornacchini: un omaggio al primo gol con la maglia del Bari in Serie D, arrivato domenica scorsa contro il Rotonda

SERIE D, IL BARI IN FUGA NEL GIRONE I

BARI, UNA PIAZZA PER BRIENZA: ERA GIA' SUCCESSO A OTTOBRE 2018

Due mesi fa la speciale dedica era arrivata dopo il suo ritorno in campo con la maglia del Bari a tre mesi dall'ultima volta, risalente ai playoff di Serie B persi dai biancorossi contro il Cittadella. Ora il curioso omaggio, frutto della fantasia di qualche anonimo tifoso, è tornato a farsi vivo dopo la sua prima rete in Serie D con la squadra allenata da Giovanni Cornacchini: nel capoluogo pugliese è ricomparsa la targa inneggiante a Franco Brienza, numero 10 della SSC Bari, sceso in serie D con i biancorossi dopo due anni di B per dimostrare, a 39 anni, di poter essere ancora protagonista nella risalita che la famiglia De Laurentiis progetta per il club.

Bari, riecco la targa per Franco Brienza: è ricomparsa dopo il primo gol del numero 10 in Serie D

Il fatto che Brienza abbia trovato domenica scorsa sul campo di Castrovillari la sua prima rete con la maglia del Bari in Serie D - su calcio di rigore per il temporaneo 0-1, nella partita vinta contro il Rotonda per 2 a 1 che ha spinto i biancorossi in fuga nel girone I - lascia pensare che l'omaggio sia tornato di moda in onore al gol del fantasista ischitano. La targa, installata già nello scorso ottobre e all'epoca rimossa dall'amministrazione comunale dopo meno di 24 ore, è stata apposta in via Posca, nel quartiere Poggiofranco, zona nella quale vivono molti calciatori del Bari e già oggetto in poche ore di selfie da parte dei tifosi di passaggio. "Maestro di calcio" è la professione indicata per il capitano del Bari. E come per ogni personaggio "storico" che si rispetti, anche per Brienza - oltre 250 partite in Serie A tra Atalanta, Cesena, Palermo, Reggina, Siena e Bologna - c'è la data di nascita (19 marzo 1979), mentre per la data di scomparsa c'è un tocco d'ironia: "Lo decide lui". Una risposta diversa alle dediche viste per altri idoli in altre piazze e ad altre latitudini. Dalle statue per Cristiano Ronaldo, Maradona e Messi, passando per l'intitolazione di impianti sportivi e campi di allenamento. Per Brienza, Bari ha in mente già una piazza ad hoc. Chissà se questa volta la targa posticcia con dedica durerà fino a domenica, quando i biancorossi ospiteranno al San Nicola il Roccella per l'ultima partita del girone di andata. E il numero 10 cercherà il primo gol in Serie D nello stadio di casa.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche